Powered by Blogger.

Translate

AKAMUTI: FACIAL SCRUB "Sweet Orange"




Ho acquistato questo scrub dallo store on line eNatural (per usufruire di uno sconto del 10% leggi QUA) al costo di € 9,90 per 50 ml di prodotto. 
Incuriosita da tempo da questo Brand, decido di provare il loro detergente viso "Facial Cleanser Sweet Orange" e questo scrub.
Il Packaging di Akamuti è inconfondibile, sono tutte scatoline di plastica con tappo da svitare in stile retrò, molto belle e azzeccate a mio avviso per i prodotti ecobio.
Anche la consistenza dei prodotti Akamuti è inconfondibile, hanno tutti degli INCI molto semplici ma piuttosto corposi, e anche questo scrub ha queste caratteristiche, si tratta di un composto denso fatto di burro di mango e di mandorle, l'effetto scrub è garantito dalla presenza di zucchero di canna proveniente dal commercio equo solidale; ecco uno dei motivi per cui ero felice di acquistare questa marca, è una realtà nata nel 2003 in Inghilterra e da allora non hanno smesso di fare attenzione non solo che gli ingredienti fossero tutti di origine naturale e non testati sugli animali, ma si sono anche impegnati a sostenere il commercio responsabile e un trattamento equo per i lavoratori che vivono in zone vulnerabili del mondo.



Il prodotto è di colore giallognolo e ha un profumo agrumato molto buono, sai di fresco.
INCI:Unrefined Fairtrade Cane Sugar (Sucrose) , Sweet Almond Butter (Prunus dulcis) , Mango Tree Butter (Mangifera indica) , Organic Sweet Orange Essential Oil (Citrus sinensis) , Geranium Essential Oil (Pelargonium graveolons) , Carrot Root Oil (Daucus carota) , Myrrh Essential Oil (Commiphora myrrha) . Limonene* Citronellol* Geraniol* Linalool* Citral*

Lo Scrub avviene in modo meccanico grazie alla presenza dello zucchero di canna,  il burro di mango e di mandorle idratano a fondo la pelle, e gli estratti di arancia, Geranio e Mirra  purificano e stimolano il rinnovamento cellulare. E' presente, inoltre, l'olio di semi di Carota che ha poteri antiossidanti.
MODO D'USO: su pelle inumidita e perfettamente struccata e detersa, bisogna massaggiare delicatamente il prodotto sul viso per almeno 5 minuti, al termine dei quali va risciacquato con acqua tiepida.
CONSIDERAZIONI: Prima di questo, utilizzavo uno scrub completamente diverso, sia come funzionalità che come consistenza, ovvero quello di Cattier all'argilla bianca,  questo di Akamuti è adatto e indicato solo per pelli secche e a mio avviso da usare preferibilmente durante la stagione invernale, perché la pelle, dopo il suo utilizzo, risulta essere molto idratata e i burri di cui è composto rimangono presenti al tatto per un bel po'. Non basta utilizzare della semplice acqua per rimuoverlo, ma è necessario aiutarsi o con un pannetto in microfibra, oppure, ancora meglio, con una spugnetta, altrimenti la pelle rimane untuosa. Tuttavia a me è piaciuto molto, è molto delicato, bastano solo 30 secondi per sciogliere completamente lo zucchero, rimanendo un composto più simile a quello di una maschera. Dopo la sua applicazione la pelle è luminosa e molto idratata, a tal punto che anche la mia pelle arida non sente la necessità di applicare nessuna crema. A differenza quindi del classico scrub, questa funge anche da trattamento viso idratante. Per una pelle grassa consiglio decisamente quello di Cattier (per leggere la sua recensione leggi QUA), che rimane tutt'oggi il mio scrub preferito, perché da uno scrub chiedo per lo più la rimozione delle cellule morte e una sensazione di pulizia profonda, questa di Akamuti non ha affatto un potere astringente e sembra più una coccola per il viso soprattutto dopo una giornata di freddo. Sicuramente è molto delicata, mentre quella di Cattier non può essere utilizzata più di due volte a settimana (per le pelli sensibile una volta a settimana) questa non ha particolari controindicazioni, l'azione meccanica dello zucchero è leggerissima, non irrita affatto e i microgranuli scompaiono subito.
La ricomprerei? si ma solo nella stagione fredda e come alternativa ad una maschera idratante, più che ad un vero e proprio scrub.


Nessun commento