Powered by Blogger.

Translate

PANNI IN MICROFIBRA VS PANNI IN MUSSOLA: LA MIA ESPERIENZA



E' da tempo che volevo fare un post sui panni che aiutano la detersione del viso, perché mi hanno entusiasmata, sia per i risultati ottenuti, sia per la piacevolezza provata con il loro utilizzo.
In commercio ne esistono di diversi tipi, tutti hanno la stessa funzione, ovvero permettere di pulire la pelle a fondo, stimolare la microcircolazione sanguigna ed esercitare un leggero peeling, infatti, grazie alla particolarità del loro tessuto, riescono ad asportare con più efficacia impurità, trucco residuo, smog, tossine e polvere sottili. 
Per un periodo lungo ho utilizzato il clarisonic (di cui ho parlato QUI) che ha funzioni simili e di cui sono rimasta abbastanza soddisfatta, ma ultimamente un po' la pigrizia, un po' perché sono sempre curiosa di provare nuovi prodotti, ho acquistato questi pannetti, ne ho diversi perché necessito di avere un cambio quando finiscono in lavatrice e perché alcuni di quelli che mostrerò, li ho utilizzati per 3 mesi abbondanti tutti i giorni e quindi necessitavano di essere cambiati.

Ho scelto di acquistare prodotti concepiti per il viso e il collo e non quelli economici da supermercato in microfibra, semplicemente perché sono stati concepiti per un diverso uso, ovvero per la casa, e poi sono pieni di coloranti e quindi non mi fido.

INIZIAMO CON I PANNI IN MICROFIBRA
COME SI USANO: Possono essere utilizzati tutti i giorni mattino e sera, vanno inumiditi con acqua tiepida, strizzati, e poi strofinati delicatamente sul viso e collo, meglio se con movimenti circolari. La pelle dopo il loro utilizzo è davvero ben detersa e liscia, senza però essere aggredita o arrossata. La pressione infatti da esercitare deve essere leggera, poi man mano che li si utilizza si può anche aumentare, ma sempre stando attenti a non esagerare. Utilissimi anche per rimuovere le maschere del viso. Quasi tutti i panni in microfibra possono essere utilizzati per struccare il viso senza l'uso di alcun prodotto se non l'acqua, portando notevoli risparmi sul portafoglio, ma io sinceramente non ne ho mai fatto questo utilizzo.

Utile il video della Dottoressa Serri che vi consiglio di guardare ----> clicca QUI

Possono tutti essere lavati con normale sapone e in lavatrice fino a 60°, evitando di mettere candeggina e ammorbidente.

Il primo prodotto che ho acquistato è stato il panno della Longema "Panno fisio soft longé" dal sito di SaiCosaTiSpalmi , costa 18,50€ per 27cm X27, concepito per essere utilizzato su viso e collo, purtroppo questo non ce l'ho più quindi utilizzerò una foto presa da Internet, è quadrato e della giusta dimensione (nel video della dottoressa Serri lo fa vedere in modo chiaro).
Si presenta dentro una scatola di cartone dove oltre ad essere indicate le spiegazioni e il modo di utilizzo, vi è un campioncino del loro detergente viso (che però non è bio)
Dopo due mesi e mezzo di utilizzo, la grana di questo pannetto si era assottigliata e così l'ho riciclato per la casa :-)
Nel sito leggo che può essere utilizzato da tutti i tipi di pelle, anche le impure, sia inumidito con della semplice acqua, oppure per migliorare il potere lavante, su può aggiungere una goccia di detergente.
Il pannetto Longé è soffice e delicato, le uniche difficoltà riscontrate è che non era facile farlo tornare completamente pulito utilizzando la semplice saponetta, soprattutto quando l'ho utilizzato per rimuovere la maschera viso o dopo l'olio struccante, ma per il resto è ottimo.
E' dermocompatibile ed è stato effettuato su di esso, il patch test, il test ecotossicologico e di biocompatibilità.


Altro prodotto splendido che ho utilizzato, e sto ancora utilizzando, è il panno micropeeling di Assiamedica (acquistabile direttamente dal loro sito----> clicca QUI) costa €25,00 e  misura 25X30 cm, ma esiste anche una versione pocket da 15X15 cm. Questo pannetto è realizzato  in tecnofibra brevettato per la detersione del viso, leggo dal loro sito che è un tessuto formato da un filato 400 volte più sottile di un capello umano. Quindi anche se al tatto sembrano identici ai normali pannetti in microfibra, questi in realtà sono  realizzati in modo diverso, ma la struttura agli occhi appare uguale.
Viene venduto dentro una comodissima e riciclabile bustina di plastica con chiusura a bottoncino, che permette al panno di essere anche trasportato durante le nostre trasferte senza che ci bagni tutta la biancheria :-)

All'interno anche un opuscolo dove sono presentati gli altri prodotti del Brand e modo d'uso





 Questo rispetto a quello di Longema, consigliano di utilizzarlo umido su pelle bagnata, dopo essersi normalmente struccate e deterse, quindi senza combinarlo con nessun detergente (ammetto che non lo avevo letto, quindi per un periodo piuttosto lungo l'ho utilizzato per rimuovere il detergente). Ripetto al Longema lo sento un pò più duro, la mia pelle lo tollera comunque bene, ma sicuramente lo sento più strong dell'altro (attenzione quindi per la pelle sensibile).


Tra i due ricomprerei quello di longema per i test di biocompatibilità che l'altro non mi pare che abbia (ovviamente correggetemi se erro), al tatto si presentano simili, quasi interscambiabili.



PANNI IN MUSSOLA

La mussola è un tessuto finissimo che può essere di cotone, lana o seta, appositamente lavorato in modo tale che rimanga leggermente ruvido e quindi in grado di effettuare un leggero peeling. Quelli che ho usato io, sono di cotone organico.

Anche questi, come gli altri, possono essere lavati sia con normale saponetta che in lavatrice a 60°, sempre senza ammorbidente e candeggina.

COME SI USANO:  Dopo aver applicato il nostro detergente preferito lo si va a rimuovere con questo panno attraverso dei movimenti circolari,  deve essere prima inumidito con acqua tiepida e ben strizzato, stando attenti a non pressare troppo. Quindi, rispetto ai panni in microfibra, questi si utilizzano in genere per rimuovere il detergente (che può essere liquido, cremoso oppure del semplice olio), in modo tale da essere certi che tutto venga rimosso con maggiore accortezza. Ovviamente possono essere utilizzati anche da soli con della normale acqua per effettuare un peeling di tipo meccanico.



Io possiedo sia il panno in mussola di Pai (acquistato su naturisimo al costo di £3,00, clicca QUI) che i panni in mussola di Balm Balm (la confezione ne contiene tre, più grandi come dimensione rispetto all'altro, ma molto più sottili) sempre acquistato su naturisimo al costo di £6,65--- clicca QUI







Si presentano in modo semplice, avvolti da un semplice cartoncino, entrambi di dimensioni comode per essere utilizzati su viso e collo, ma quello di Balm Balm è davvero troppo sottile, non lo ricomprerei, bagnato con acqua diventa un velo trasparente, svolge correttamente la sua funzione, ma in modo meno efficace dell'altro, che invece è cucito doppio.


Panno di PAI
Chiedo scusa per le condizioni in cui l'ho fotografato (dopo un mese di utilizzo)
ma anche qua mi ero dimenticata di fotografarlo quando ancora era nuovo.

Dettaglio panno in mussola PAI

Dettaglio del panno in mussola PAI




Panni in mussola di balm balm

Dettaglio panni in mussola di Balm balm
Dettaglio panno in mussola di Balm Balm

La DURATA DI QUESTI PANNI E' STIMATA, con un uso quotidiano, di circa 3 mesi.

CONSIDERAZIONI: Utilizzo questi pannetti da marzo-aprile, prima quelli in microfibra e ultimamente questi in mussola, devo dire che sono diventati prodotti fondamentali per la mia detersione, la pelle è davvero pulita in modo perfetto, e nonostante l'uso quotidiano, non ho visto né arrossamenti né peggioramenti sulla sensibilità della mia pelle, ma solo una grana più liscia, pori più puliti e un aumento della luminosità.


COME LI HO UTILIZZATI?

-  entrambi li ho utilizzati o per rimuovere i burri o gli oli struccanti, o come step finale per rimuovere il detergente schiumoso (in questo caso vanno risciacquati più volte con abbondante acqua, altrimenti trattengono sapone e quindi viene meno la loro funzione) oppure da soli su viso bagnato.
Ovviamente vanno utilizzati sempre inumiditi e strizzati, mai da asciutti.



QUALI PREFERISCO?

Tra i panni in microfibra e quelli in mussola, al contrario della mie aspettative, trovo più piacevoli quelli in mussola, e per più piacevole non intendo che siano più morbidi e soffici, anzi questi li sconsiglierei a chi ha una pelle molto sensibile, perché sono decisamente molto più ruvidi degli altri, quindi per più piacevoli intendo più pratici per le mie abitudini, che vedono in questo periodo l'utilizzo di un olio struccante e detergente (presto farò recensione di lui è il pure clean di Latte&Luna) e il pannetto mi permette di rimuoverlo in modo  più efficace rispetto agli altri. Quindi per rimuovere detergente e\o struccante oleoso trovo siano più efficaci quelli in mussola, perché mantengono una certa ruvidità e quindi  effettuano il peeling in modo più visibile, ma sempre delicato. Per i detergenti/struccanti burrosi o in crema vanno bene entrambi.



Altra cosa che me li fa preferire, oltre al prezzo molto più conveniente,è il fatto che si puliscono con molta più facilità con una normale saponetta, rispetto agli altri, infatti, avendo una tessitura a nido, l'eventuale residuo di makeup rimane nella superficie e quindi riesco a rimuoverlo meglio, il tessuto in microfibra, invece, lo incastra nelle sue setole e devo stare ben cinque minuti con saponetta per farlo tornare bianco.

Concludendo (finalmente :-) promuovo a pieni voti entrambi, consiglierei a chi ha una pelle più delicata quelli in microfibra, per tutti le altre tipologie di pelle vanno bene entrambi, dipende dall'utilizzo che ne volete fare e ovviamente dai gusti. Sconsigliati a chi ha una pelle molto molto sensibile.


Nessun commento