Powered by Blogger.

Translate

LEPO: POLVERE DI RISO


Buona Domenica :-) Oggi vi parlo della Polvere di Riso della Lepo. Ho acquistato questo prodotto in una erboristeria che si trova all'interno del centro commerciale Gherlinda a Corciano (PG), ma si può acquistare anche direttamente dal loro sito on line (clicca qui) e  l'ho pagata la bellezza di €16,80 per 20 gr di prodotto, non è un prezzo basso, ma la polvere dura un secolo, infatti la possiedo da questa estate e ancora è quasi intonsa. Il PAO è di 36M.
Questa polvere di riso ha un INCI verde, ma preciso che non ha nessun tipo di certificazione, per chi volesse approfondire sulla differenza tra un prodotto naturale e un prodotto biologico, consiglio la lettura di un articolo interessante del blog Il Giardino di Arianna (leggi qui).
Il Packaging di questa polvere è carino anche se non troppo funzionale, la jare di plastica, contenuta all'interno di una scatola di cartone, non ha in dotazione un sifter, ma solo una pellicola a protezione dei fori, che io, proprio per non sprecare troppo prodotto, ho scelto di non staccare completamente. Inoltre al suo interno troviamo un piumino per la sua applicazione.


La TEXTURE è una sottile polvere libera e incolore, a contatto con la pelle svanisce completamente, quindi è adatta a tutti gli incarnati, anche se io ho notato che se non viene sfumata a sufficienza tende leggermente a sbiancare.
INCI:



TALC
(assorbente)

ORYZA SATIVA
(assorbente / legante / viscosizzante / emolliente/ vegetale)

CERAMIDE 3
(additivo )

SORBIC ACID
(preservante )

PARFUM
(non trovato)
COME SI USA? Questa polvere ha le stesse funzioni di una normale cipria, ovvero serve per opacizzare e per fissare il trucco più a lungo. Tuttavia ne ho fatto anche altri usi, ovvero:

  • Ho adorata mischiarla con i fondi molto liquidi e cremosi, in questo modo rendevo la texture più compatta e più opaca
  • l'ho usata come fosse un primer per mimitizzare i pori dilatati, in tal caso però preciso che contenendo talco, che potrebbe un po' occludere i pori, preferisco usarla con parsimonia e non spesso, ma effettivamente il suo lavoro da un punto di vista estetico lo fa.
  • l'ho usata anche per fissare i mascara molto liquidi che tendono un pochino a sbavare durante la giornata (sto usando il mascara della studio 78 paris che purtroppo ha questo inconveniente, presto ve ne parlerò)

CONSIDERAZIONI:
All'inizio questa polvere mi aveva delusa, o meglio, non mi sembrava adatta al mio tipo di pelle, devo infatti sempre stare attenta ad usare ciprie troppo opacizzanti perché l'effetto gessoso è sempre in agguato, ma poi moderandone la quantità mi è tornata molto utile questa estate durante le giornate di caldo afoso, quando le temperature alte tendevano a farmi lucidare un po' il viso.
I pregi sono appunto la sua grande capacità di assorbimento del sebo, quindi indicata per le pelli oleose, i difetti è che la polvere, pur essendo molto sottile, va sfumata bene oppure tende ad essere troppo visibile sul viso e tende leggermente a sbiancare, altro difetto è che non è adatta secondo me a chi ha una pelle secca, perché ripeto toglie molto la luminosità che di solito è apprezzata dalle carnagioni spente.
Consigliata? Si, ma solo alle pelli miste e grasse, ad una secca temo che non farebbe al caso loro.

Ciao :-)

Nessun commento