Translate

SIGMA: PENNELLI FONDOTINTA





Buon giorno ragazze, oggi qua in Umbria è una bella giornata di sole, peccato che io sia raffreddata da morire e quindi non ho nessuna voglia di andarmi a godere un po' di aria buona nella pausa pranzo :-|, ne approfitto però per parlarvi  dei Pennelli Sigma che conosco da un bel po' di tempo tranne uno che si è aggiunto di recente.
Quelli vecchi li acquistai sul sito inglese Cocktail Cosmetics, l'ultimo invece il 3DHD KABUKI l'ho acquistato sul sito italiano StokeMakeUp al costo di €24,95.

Tutti i 4 pennelli che vi illustrerò sono pennelli da fondotinta a setole sintetiche chiamati Kabuki, il Kabuki per chi non lo sapesse è un prodotto che nasce in Giappone e prende il nome da un'arte antica che è quella del Teatro Kabuki, una danza sensuale che ha una storia lunghissima. Gli attori del teatro amavano truccarsi con una polvere densa e bianca che veniva appunto stesa con dei particolari pennelli, questi hanno setole dense e morbide e sono adatti soprattutto per stendere i fondi in polvere, ma come vedrete anche tra quelli che vi mostrerò, negli anni vengono usati anche per stendere fondotinta cremosi o liquidi.

Iniziamo da quello che ho ormai tre anni abbondanti e che quindi conosco molto bene il   F82 ROUND KABUKI.


Ha una forma arrotondata e le sue setole sono sintetiche, fitte e non troppo lunghe, per questa ragione a me non piace stenderci i fondi minerali, ma bensì quelli cremosi o liquidi, riesce a distribuire bene il prodotto in tutte le zone del viso, anche quelle più difficili da raggiungere e permette un'applicazione veloce e omogenea.

Il secondo pennello che vi illustro è un altro che acquistai anni fa, questo si è logorato un po' di più ma rimane per me ottimo ed ha più funzioni. Parlo del Sigma F86 TAPERED KABUKI.


La sua forma è "a punta", parte più ampio alla base e si stringe al vertice, le setole sono sintetiche e fitte e rispetto all'F82 è decisamente più compatto, anche se il vertice è abbastanza flessibile, lo avrei preferito più duro. Lo utilizzo per vari scopi, sicuramente non è adatto per i fondotinta in polvere, ma potrebbe però essere usato per miscelare polveri di vari colori, tuttavia l'uso più appropriato è per applicare fondi liquidi nelle zone più difficili da raggiungere e in modo più preciso. Nel mio caso l'ho usato prevalentemente per stendere terre in crema, quindi come prodotto da contouring (con il buriti Bronzer, di cui vi ho parlato qui, si sposa bene, anche se per sfumare preferisco l'usa delle dita). Le setole anche dopo il lavaggio mantengono abbastanza fedelmente la forma originaria, e vi assicuro che io non sono assolutamente attenta e delicata quando mi trovo a lavare i pennelli che mi si accumulano in modo incredibile.
Il terzo prodotto è il SIGMA F88 FLAT AGLED KABUKI, questo è uscito nel mercato più tardi di quelli precedentemente descritti, infatti lo possiedo da meno di un anno.


 Ha una forma obliqua, simile ai pennelli da Blush, e le sue setole sono sintetiche dense ma molto morbide. L'uso che ne faccio, che è anche quello consigliato, è per stendere i fondi liquidi e cremosi, ha una forma congeniale soprattutto per naso e guance, ma  si fa più difficoltà a raggiungere le aree più piccole del viso, per questa ragione è quello che sto usando meno.
Ultimo arrivo, questo è recentissimo, meno di un mese è il SIGMA 3DHD KABUKI, ci tenevo a parlarvene perché dalle foto disponibili nei vari siti sembra schiacciato e invece anch'esso è bello cicciottello, anche se di dimensioni comunque moderate.

Le setole anche qui sono sintetiche, fitte e non troppo lunghe, ma la particolarità è la forma della punta che è tridimensionale, l'obiettivo è quello di avere con un unico prodotto un pennello adatto a tutte le zone del viso, basterà inclinarlo a nostro piacimento per avere una base larga per le zone più spaziose del viso e usare la parte a punta per le zone più piccole, ma qui sono fondamentali le foto.


Il manico che ho scelto io è rosa, ma è disponibile anche bianco e il classico nero. Lo uso da una decina di giorni e ne sono soddisfatta, rispetto al Round Kabuki questo permette una applicazione più precisa e omogenea del prodotto, ovviamente non è indicato per i fondi minerali che gradiscono punte piatte o arrotondate, ma per quelli liquidi è perfetto, riesco ad usarlo anche con i compatti, ma in tal caso sfrutto molto di più il lato esteso piottosto che il centrale.

CONSIDERAZIONI FINALI: Mi piacciono molto, hanno la giusta dimensione e compattezza che permette loro di non assorbire troppo prodotto. Anche il manico si impugna bene ed è della lunghezza giusta, forse è un po' troppo cicciotto per essere messo dentro i classici porta pennelli da borsa, ma ovviamente non rappresenta un grosso problema. I pennelli F82 e F86 li uso da molti anni, e lavati e rilavati hanno ben resistito, adesso iniziano a perdere un po' di peli e in particolare il round Kabuki sembra ormai essere giunto alla sua fine, in quanto nell'ultimo lavaggio ho notato che le setole stavano proprio per scollarsi dal manico, che è invece ultra resistente e non si spezza come invece mi è successo molto velocemente con i pennelli di Neve Cosmetics da viso.
Ovviamente non sono tutti e tre necessari, ma io amo avere molti cambi, perché odio l'idea di doverli lavare tutti i giorni. Unica pecca è che per farli tornare puliti, essendo densi, serve un bel po' di impegno, ma si asciugano piuttosto velocemente.
Tra i 4 i miei preferiti per ora sono l'F82 E IL 3DHD, anche se su quest'ultimo, con soli 10 giorni di utilizzo non posso fare considerazioni sulla durata.

Ciao :-)





Nessun commento