Powered by Blogger.

Translate

SUKI: Tinted Active Moisturizer



Dopo un mese  di utilizzo quasi giornaliero, posso finalmente parlarvi della crema colorata / fondotinta di SUKI, brand che prende il nome dal suo ideatore Suki Kramer e che produce cosmetici naturali particolarmente indicati per le pelli sensibili e che soffrono di allergie. E' GLUTEN FREE e ha la certificazione LEAPING BUNNY.
Questo prodotto l'ho acquistato nella bellissima Bioprofumeria PURE SHOP che si trova a Copenaghen e che ho avuto il piacere di visitare questa estate, il costo non è dei più bassi (DKK 399,00), ma come sempre non riesco a resistere quando si tratta di fondotinta ( si trova anche su Eccoverde o Love Lula ).
Il prodotto viene venduto come una crema colorata, ma io vi posso dire che ha una copertura e una consistenza che la fa assomigliare ad un fondotinta leggero, perché uniforma bene e copre abbastanza le piccole discromie, ma non sostituisce, secondo me, una vera e propria crema da usare come base.
Nella descrizione ufficiale, Suki parla di un prodotto che oltre ad essere decorativo è anche curativo, è infatti particolarmente indicato per la pelle che presenta un colorito non omogeneo, una zona T oleosa, macchie e difetti cutanei: questo perché la sua formula, a base di una miscela realizzata con olio di jojoba, di borragine e olio di nocciola, consente di riequilibrare la pelle, mentre il SSS salicylic acid dal salice bianco deterge e schiarisce la pelle: "Grazie all'utilizzo dell'innovativo agente "SSS salicylic acid™", ovvero concentrato di acido salicilico stabilizzato estratto dal salice bianco, la crema penetra in profondità nella pelle e combatte i problemi (cronici e non) direttamente alla radice e non solo sugli strati cutanei superficiali. Grazie a questo, il risultato è genuino, durevole e visibile e non viene supportato da sostanze sintetiche volatili (VSA =Volatile Synthetic Actives) che sono normalmente contenute nella cosmesi tradizionali. Queste sostanze hanno effetti collaterali irritanti e infiammatorie, che provocano secchezza e vari disturbi cutanei." (fonte Eccoverde).
MODO D'USO: Si può usare da solo al posto della nostra crema oppure mischiato con essa, nel mio caso non ho mai rinunciato ad applicare il mio trattamento diurno.

Il packaging è perfetto, si tratta di un flacone di vetro dotato di pompetta finale, ancora ne ho molto, ma per ora riesce a prelevare la crema colorata con facilità.


la TEXTURE è fluida, è molto facile da stendere, ma bisogna essere veloci, perché si asciuga molto velocemente.

Il FINISH è satinato, mantiene una discreta luminosità, ma non dà assolutamente un aspetto grasso o untuoso alla pelle, lo trovo adatto per la pelle mista e grassa, quella secca dovrà andare ad idratare bene la base.

il COLORE che ho scelto io è il più chiaro "porcelain" (esistono in tutto solo due tonalità), nella foto sembrerà più scuro e aranciato, e invece è chiarissimo e con la pelle diventa un beige a tutti gli effetti, si sposa benissimo con le tonalità porcellane e con tutti i tipi di sottotoni, è leggermente giallognolo ma non è  assolutamente invasivo.

COPERTURA: medio bassa, uniforma benissimo, ma per ottenere un risultato ottimo consiglio di applicarci sopra una buona cipra, la sua texture asciutta, infatti, fa aderire bene le polveri che aggiungono un tocco setoso al viso e maggiore copertura. Tuttavia copre benissimo i rossori, meno le macchie brune.

INCI: Rosa Centifolia (Provence Rose) Concentrate†, Helianthus Annuus(Sunflower) Seed Oil†, Alcohol (From Sugar Cane Denatured With Lavender Oil)†, Cetearyl Alcohol, Cera Alba (Beeswax)†, Simmondsia Chinensis (Jojoba) Seed Oil†, Salix Alba (Willow) Bark Extract, Vitis Vinifera (Grape) Seed Oil, Oryza Sativa (Rice) Bran Oil, Acacia Catechu Gum†,Anthemis Nobilis (Roman Chamomile) Flower Oil, Vigna Aconitifolia (Moth Bean) Seed Extract, Corylus Avellana (Hazelnut) Seed Oil, Borago Officinalis (Borage) Seed Oil, Echinacea Purpurea (Echinacea) Flower Extract, Butyrospermum Parkii (Shea) Butter, Tocopherol,Chamomilla Recutita (Matricaria) Flower/Leaf Extract, Calendula Officinalis (Calendula) Flower Extract, Lavandula Angustifolia (Lavender) Flower Extract, Aloe Barbadensis (Aloe) Leaf Powder†, Matricaria Recutita (German Chamomile) Flower Oil, Carthamus Tinctorius(Safflower) Seed Oil, Olea Europaea (Olive) Fruit Oil, Squalane, Lecithin, Xanthan Gum, Maltodextrin, Sodium Borate, Fragrance (Parfum)*, Linalool*, Citronellol*, Geraniol*, Limonene*, Farnesol*, Citral*, Eugenol*. May Contain: Ci 77891 (Titanium Dioxide), Ci 77491, 77492, 77499 (Iron Oxides).
*components of 100% pure natural fragrance and/or steam-distilled/cold-pressed essential oils.
†certified organic
total organic content: 17.6%
contains botanicals which make up the SSS technology™, calming complexion complex™ & sebum equalizing complex™ (preso da Eccoverde)

l'INCI è chilometrico, mai vista una lista così lunga per un fondotinta, l'alcohol posto in alto nell'inci di derivazione vegetale, regala al prodotto leggerezza e una sensazione di impercettibilità una volta applicato, non è affatto grasso e corposo, contiene anche i filtri fisici titanium dioxide e ossido di zinco, garantendo così anche una discreta protezione dai raggi solari.

CONSIDERAZIONI: Ho aspettato a lungo per recensirlo, perché all'inizio non mi ero fatta subito un'idea precisa. Con il caldo si è comportato benissimo, la mia pelle mista soggetta ad impurità l'ha tollerato molto bene, tiene infatti a bada le lucidità, non unge e non l'ho trovato comedogeno. Una volta applicato dura per l'intera giornata e la cipria l'applicavo solo per fissare e per aumentare la coprenza che altrimenti sarebbe bassa, pur uniformando molto bene. L'unico "problema" è stato con il colore, il porcelain riesce a sbiancare anche la mia pelle che è già di suo molto chiara  e quindi in estate essere un cadaverino non era proprio il massimo, ma andando a scaldare il tutto con una buona terra risolvevo il problema. 
Avendolo usato esclusivamente come un fondotinta, non posso pronunciarmi per quello che riguarda ciò che promette come trattamento, per questo infatti richiederebbe un'applicazione costante, mentre io l'ho alternato agli altri fondi che ho, quello che posso affermare è che una crema molto asciutta e sicuramente non è grassa, ma senza una crema idratante posta come base, sulla mia pelle (mista) non scorrerebbe a sufficienza, quindi da solo su di me sarebbe inutilizzabile e mi evidenzierebbe le piccole rughe che cominciano a formarsi.

I PRO SONO:
  • UNIFORMA BENE
  • COPERTURA MODULABILE, anche aggiungendo prodotto non fa strato
  • OTTIMA RESISTENZA, una volta che ha aderito bene al viso, non si sposta, ha una texture asciutta e quindi nemmeno con il caldo tendeva a migrare.
  • TEXTURE che avverto LEGGERA, anche se dall'INCI sembrerebbe un mix esagerato di composti
  • copre benissimo i rossori
  • non si sente di averlo applicato, SI FONDE BENE CON LA PELLE.
I CONTRO:
  • STESURA, è molto morbido, si stende bene sia con le normali dita che con un pennello a setole sintetiche non troppo rigide ( io ho trovato ottimale usare il pennello 102 SILK FINISH DI ZOEVA clicca qui) , ma metto la stesura tra i contro perché asciugandosi in fretta necessita di essere lavorato subito e bene, altrimenti si rischia di creare macchie disomogenee non facilmente ritoccabili. Consiglio di stenderlo in un posto dove si può godere della luce naturale.
  • Se la pelle non è ben idratata tende un po' ad evidenziare i pori dilatati, cosa a cui si può in parte risolvere se si applica un po' di prodotto alla volta e se si massaggia bene nei punti dove presentiamo questi inestetismi, in questo modo il prodotto riesce in parte a riempire il poro evitando che si depositi solo sul suo perimetro (chi ha i pori dilatati sono convinta che capisce bene cosa intendo). 
  • Il prezzo! Troppo alto!
CONCLUDENDO: IO LO PROMUOVO COMUNQUE, perché prendendoci un po' la mano il risultato finale mi piace, non mi peggiora le impurità, forse è il fondo meno invasivo che abbia mai provato, e insieme alla cipria di purobio (clicca qui) mi da il risultato che voglio, ovvero coprire piccole discromie mantenendo però un finish naturale. Per il mio tipo di pelle è sicuramente più adatto per l'estate e per il clima mite, in inverno tendo a preferire qualcosa di più morbido, ma, pur non avendo notato nessun tipo di sensibilizzazione della pelle e non avendo letto nessun tipo di controindicazione, il fatto che contenga "concentrato di acido salicilico stabilizzato estratto dal salice bianco", ho preferito usarlo a fine estate, quando la mia esposizione al sole si riduce vistosamente . 
In alcuni siti lo presentano come un fondo molto idratante, io al contrario non lo vedo adatto né per chi ha una pelle molto secca, né per chi ha una pelle molto segnata, ma ovviamente anche qui, si sa, non è facile fare affermazioni nette. Lo sconsiglio, invece,  in modo netto a chi ama le coprenze molto alte.


Nessun commento