Translate

TATA HARPER: RESURFACING MASK


Dopo avervi parlato della AHA PEEL MASK (Clicca qui) oggi vi descrivo la RESURFACING MASK di Tata Harper, che in verità ho terminato da più di un mese e che mi ha tenuta compagnia per tutta l'estate.

TATA HARPER è un brand americano di lusso che produce cosmetici certificati ECOCERT, avevo già provato il loro contorno occhi, ottimo ma costosissimo (clicca qui) e così ho voluto testare anche questa pluripremiata maschera.
Si acquista in vari e-store nel mio caso ho scelto il negozio (sia fisico che on line) The Green Soul cosmetics (clicca qui) che vi consiglio vivamente, sono generosi con i campioncini, hanno cura del cliente e sono velocissimi sia nello spedire il pacco accuratamente ed elegantemente imballato, sia nel fornire informazioni grazie alla chat presente nel sito.

Il costo è di €48,00 per 30 ml di prodotto.

COSA PROMETTE? Luminosità, esfoliazione, pori minimizzati, pelle più tonica, rinnovamento cellulare.

COME SI USA? Su pelle detersa si applica un'abbondante strato di maschera e si lascia agire dai 10 ai 30 minuti, per le pelli sensibili non superare mai il tempo minimo, e poi si risciacqua con abbondante acqua tiepida.
Particolarmente indicata quindi per la PELLE SPENTA, OPACA, ISPESSITA. ADATTA A TUTTI I TIPI DI PELLE TRANNE A QUELLE IPER SENSIBILI.

Il PACKAGING: Il colore di Tata Harper si distingue, sia l'involucro esterno sia le confezioni sono tutte di un bel colore verde acceso, la jar di vetro si chiude con tappo a vite, è uno dei pochi brand di lusso che non ha scelto l'elegante nero, a questo punto direi a ben vedere in quanto si distingue in questo modo con facilità.
LA TEXTURE è meravigliosa, sembra un paté soffice, una mousse molto fresca di color salmone chiaro, ma a contatto con la pelle diventa trasparente.


PROFUMO: E' abbastanza persistente, ma molto piacevole, io ci sento un profumo fruttato
INCI: Aloe barbadensis leaf juice*, Salix alba (Willow) bark extract*, Sclerotium gum, Lactobacillus Ferment, Lactobacillus/Punica granatum fruit ferment extract, Leuconostoc ferment filtrate (radish root extract), , Maltooligosyl Glucoside, Hydrolyzed Corn Starch, Beta vulgaris (Beet) Root Extract, Hydrogenated Starch Hydrolysate, Kaolin (Rose Clay), Sodium phytate, Aroma**, Citral, Citronellol, Limonene, Linalool, Benzyl Alcohol, Geraniol

*Ingredients from organic farming

** Clinical grade essential oils blend 

NATURALE AL 100% BIOLOGICO ALL'82%

Gli ingredienti attivi sono:
  • argilla rosa francese, che lavora sui pori e aiuta a disintossicare la pelle
  • Enzimi del melograno, anch'essi lavorano per minimizzare i pori e sulla pulizia profonda del viso
  • Salice Bianco che aiuta a rimuovere le cellule morte facilitando il rinnovamento cellulare

CONSIDERAZIONI: Ho usato questa maschera per tutta l'estate, al contrario delle mie aspettative, 30 ml mi sono durate molte applicazioni pur abbondando con la quantità, ma è una maschera abbastanza strong e per questa ragione non l'ho applicata più di una volta ogni 10 giorni.
E' decisamente fresca e leggera, l'ho usata  con piacere durante l'estate, la sua texture è davvero invitante.
A volte l'ho fatta precedere da un leggero scrub, altre volte invece da sola dopo ovviamente aver ben deterso il viso, e la sensazione che ho provato è di una pelle molto luminosa e rughe più distese, ma c'è un "ma", la maschera per essere efficace sulla mia pelle dovevo tenerla in posa per un minimo 20 minuti e non era semplicissimo, questo perché dopo pochi minuti l'avevo completamente assorbita, pur rimanendo in superficie una specie di pellicola che fa tirare la pelle, ma rispetto alle maschere in polvere, questa non è possibile inumidirla con un idrolato, perché perde un po' della sua efficacia (almeno questo è quello che è successo a me provandoci). Quindi se da una parte risciacquandola la pelle era davvero luminosa e compatta, dall'altra era anche molto inaridita in superficie, problema ovviamente che si risolve applicando una bella crema, ma questa caratteristica mi fa pensare che per una pelle secca o sensibile non vada bene e diventa poco confortevole da usare in special modo durante la stagione fredda. Sull'affinamento dei pori non ho visto grossi vantaggi, proprio perché seccando la superficie della pelle, apparivano un po' raggrinziti, ma nessun dubbio sul fatto che la pelle appaia decisamente più liscia.

Concludendo per me è un NI, è sicuramente ben fatta, ma non mi ha colpita, ho preferito nel corso del tempo quella di Madara (clicca qui) che mi dona luminosità e mi affina i pori in minor tempo e in modo più evidente, tuttavia è anche più invasiva visto che contiene acidi.

Ciao :-)

Nessun commento