Translate

HINO NATURAL SKINCARE: Q-SUPREME SERUM



Bene bene, anzi male, male, perché da qualche giorno ho terminato uno dei sieri, tra quelli che ho provato, che mi ha soddisfatta di più durante il 2015, si tratta del Q-SUPREME SERUM di HINO NATURAL SKINCARE.
L'ho acquistato dal sito Ecobelli al costo di €48,00 per 30 ml di prodotto.
HINO NATURAL SKINCARE è un brand italiano di dermocosmesi che produce cosmetici a mio avviso ben performanti, vanta il marchio SKINECO e tutti i suoi prodotti sono certificati ICEA (TRANNE LA LINEA HINO PRO, che attualmente è composta solo da L'olio Supremo HP), CRUELTY FREE, testati dermatologicamente, al nichel e al glutine.
  • ºO•❤•.¸✿¸.•❤•.❀•  ❀.•❤•.¸✿¸.•❤•Oº
H- come HIGH, per sottolineare l'attenzione che l'azienda pone alla qualità dei suoi composti, che sono al 99% di derivazione naturale, nichel e glutine free e il processo produttivo è certificato.
I- INTELLIGENCE- che sottolinea la qualità degli attivi selezionati che sono caratterizzati dal complesso Gemmalife, nato dagli studi di gemmaterapia, composto da una miscela di nutrienti, vitamine e antiossidanti insieme a burri ed estratti vegetali presenti in concentrazioni elevate per garantire il giusto supporto al corretto equilibrio idrolipidico cutaneo.
N- NATURAL ovvero il 99% degli ingredienti sono di derivazione naturale, non contengono infatti siliconi, petrolchimici, fragranze e coloranti sintetici, tensioattivi aggressivi, OGM, e rispettano l'ambiente, il packaging è interamente riciclabile e i materiali divulgativi sono certificati FSC.
O- ORGANICO, utilizzano solo sostanze certificate e ammesse da ICEA, no OGM, nessuna radiazione ionizzante, ingredienti da agricoltura biologica, che in alcuni casi raggiungono il 25%, e la conservazione avviene con estratti vegetali ammessi dai disciplinari Eco Bio.
L'azienda sposa per  tutta la sua linea la cosiddetta GREEN CHEMISTRY ( Chimica Verde) che prevede l'uso anche di ingredienti non di derivazione vegetale ma molto compatibili con il derma e sempre rispettosi per l'ambiente, anche se sappiamo benissimo che l'impatto zero purtroppo non esiste, ma sicuramente è molto inferiore all'inquinamento che producono i cosmetici tradizionali, per questa ragione, ma non solo, vanta il marchio SKINECO.

  • ºO•❤•.¸✿¸.•❤•.❀•  ❀.•❤•.¸✿¸.•❤•Oº

Questo Brand mi attraeva da tempo, ma ciò che mi ha convinto ad acquistare diversi prodotti della loro linea è stato l'incontro con una consulente allo stand di HINO al SANA (salone interazione del biologico di Bologna) che, oltre alla cortesia dimostrata, mi ha dato la possibilità di provare diversi prodotti in mini size. Fu molto generosa, anche di questo siero mi regalò ben 4 campioni che mi hanno consentito per quasi un mese di applicarlo con costanza tutte le sere, periodo più che sufficiente per togliermi qualunque dubbio se acquistarlo o no in full size.
Oggi vi parlerò esclusivamente del siero, ma per molti mesi la mia skincare ha avuto come protagonisti quasi tutti i prodotti di questo brand, quindi con pazienza, piano, piano, ve ne parlerò in modo esteso.

COME SI USA E PER CHI E' CONSIGLIATO? come tutti i sieri può' essere utilizzato da solo, oppure messo come base su pelle detersa prima del nostro trattamento abituale. E' un prodotto consigliato a tutti i tipi di pelle, perché essendo a base acquosa si sposa bene anche con la pelle soggetta ad impurità. Questo siero rientra nella categoria di prodotti anti ageing di Hino è infatti ricco di principi attivi antiossidanti .

Il PACKAGING è perfetto, si tratta di un flacone di vetro riciclato airless molto pratico ed igienico, non ho avuto nessuna difficoltà per il suo prelevamento fino alla sua fine.
Il flacone è contenuto in una scatola di cartone lucido, che se vogliamo essere pignole è carino ma è un materiale che fa cancellare il logo e il nome del prodotto molto velocemente, al contrario del bugiardino interno che invece, pur essendo anch'esso rivestito di una pellicola lucida, non ha compromesso le scritture.

La TEXTURE è piacevolissima, si tratta di un siero a base acquosa trasparente e leggermente viscido, che si riesce a stendere dal centro fino ai contorni del viso e del collo in modo molto veloce.

PROFUMO: questa l'unica nota dolente, non perché non sia buono, anzi è fruttato, dolce e fresco, ma per essere un prodotto viso è sicuramente troppo forte, anche se non persiste a lungo, tuttavia nel corso del tempo ci ho fatto l'abitudine e non mi ha dato più fastidio.

INCI:AQUA, GLYCERIN*, CYAMOPSIS TETRAGONOLOBA GUM*, CITRIC ACID, ALOE BARBADENSIS LEAF EXTRACT**, HYDROLYZED VEGETABLE PROTEIN*, PANTHENOL, ROSA DAMASCENA FLOWER EXTRACT**, CASSIA ANGUSTIFOLIA SEED POLYSACCHARIDE*, PUNICA GRANATUM FRUIT EXTRACT**, CITRUS AURANTIUM DULCIS PEEL EXTRACT**, GINKGO BILOBA EXTRACT**, HELIANTHUS ANNUUS SEED EXTRACT**, SALVIA OFFICINALIS EXTRACT**, SEQUOIADENDRON GIGANTEA BUD EXTRACT**, RIBES NIGRUM BUD EXTRACT**, PINUS PINASTER EXTRACT*, CITRUS MEDICA LIMONUM EXTRACT**, RIBOFLAVIN, THIAMINE HCL, UBIQUINONE, SODIUM ASCORBYL PHOSPHATE, RESVERATROL*, PARFUM*, LONICERA CAPRIFOLIUM EXTRACT*, LONICERA JAPONICA EXTRACT*, BENZYL ALCOHOL, DEHYDROACETIC ACID, SODIUM BENZOATE, POTASSIUM SORBATE, LIMONENE°, GERANIOL°, LINALOOL°
*Materia prima di origine naturale **Materia prima biologica certificata ° Naturalmente presente nella fragranza
Il composto è ricco di Aloe  e troviamo il complesso gemmalife (brevettato dall'azienda), in questo caso sono stati scelti gli estratti di Sequoia gigante, Ribes e Limone. Il complesso Gemmalife infatti prevede l'uso diversi gemmo derivati (la gemma è la parte più vitale della pianta) ma a seconda del tipo di prodotto scelgono solo quelli propedeutici alla funzionalità specifica. Troviamo anche tantissimi antiossidanti, come il famoso Resveratrolo, il coenzima Q10, la vitamia C, il Pino marittimo ( ingrediente che ritorna spesso nelle formulazioni di Hino, che ha proprietà anti ageing, ma anche antimacchia e cicatrizzanti), il Ginko Bilboa e il melograno. Troviaamo anche l'idrolizzato di Proteine vegetali e polissacaridi di cassia che sono un'alternativa all'uso comune di acido ialuronico, Tiamina, Vitamina B2 e protivamina B5 che sostengono il rinnovamento cellulare. Insomma un INCI strutturato in modo complesso che unisce i valori della cosmesi eco bio all'innovazione.

CONSIDERAZIONI:
Mi piace! Il composto ha una texture invitante, ne bastano due gocce per riuscire a coprire l'intera zona del viso, del collo e parte del décolleté. Si assorbe rapidamente, ma non così tanto da impedire un leggero massaggio, la pelle dopo il suo utilizzo è luminosa, compatta e ben idratata. Per una pelle grassa in estate potrebbe bastare come unico prodotto per la skin care mattutina e serale, in inverno, se usato di mattina, non credo comunque che sarebbe sufficiente, ma io ho preferito usarlo da solo per la mia skincare serale, perché messo come base forse sarebbe troppo per la mia pelle mista. Il siero non appiccica, ne ho provati tanti, e ho notato che quasi tutti presentano questo inconveniente, con il Q SUPREME no, la pelle è distesa e asciutta. Nonostante sia ricco di attivi, essendo a base acquosa, non ingrassa la pelle e non mi ha fatto aumentare le impurità, ma ha conferito quel sostegno in più che la mia pelle mista di 37 anni compiuti sente la necessità. Non è infatti facile per chi è soggetto ad avere impurità trovare un prodotto anti aging che non sia eccessivamente nutriente, e la mia pelle se la nutro troppo, paradossalmente, nel lungo periodo mi peggiora da tutti i punti di vista e al tatto.
L'ho usato spesso come unico trattamento serale dopo la detersione e il tonico, e la mattina la mia pelle non era lucida, ma liscia e setosa, qualche volta, invece, l'ho abbinato con una goccia dell'olio HP SUPREMO HP PRO, che però non è completamente naturale e come vi dicevo sopra è l'unica linea di Hino che non ha la certificazione ICEA a causa della presenza del silicio che è un ingrediente che fa discutere. Nel mio caso devo dire che la mia pelle l'ha accolto in modo eccellente, il siero durante questi giorni di freddo, una volta assorbito, mi dava  una leggera sensazione di pelle che tira e integrarlo con questo olio mi è piaciuto molto, ma tutte le discussione intorno al silicio mi hanno messo qualche dubbio.

Concludendo per me è assolutamente promosso, lo consiglio a tutte le tipologie di pelle, l'unica controindicazione è che il profumo è abbastanza forte, e questo potrebbe non essere tollerato da tutti, nel mio caso sono bastate poche applicazioni per farci l'abitudine, e ribadisco si tratta di un odore molto gradevole, ma se dovessi scegliere preferisco i prodotti che ne sono privi.

Nessun commento