Translate

NOUR: BALSAMO RIPARATORE - BIOLIQUEFATTI



Buongiorno, oggi con piacere ospito nel mio blog il BALSAMO DISTRICANTE CON BIOLIQUEFATTI di NOUR, che ho ricevuto gratuitamente grazie a Sara di Ebla Cosmetics
Ebla Cosmetics è un'azienda di produzione e formulazione biocosmetica che si trova nella provincia di Firenze ed è presente nel mercato con due marchi:  IL GRANAIO DI FIRENZE E NOUR.
Nel pacco oltre a questo balsamo,  ho ricevuto anche il sapone liquido, la crema corpo per pelli sensibili del Granaio di Firenze e il famoso dermolatte di Nour con il 20% di olio di alloro per viso, mani e corpo, che non vedo l'ora di provare.  

Nour è una linea cosmetica famosa per la produzione di prodotti Hamman incentrati sul Sapone di Aleppo,  questo viene prodotto da un'azienda artigianale in Siria e poi importato nel nostro paese, mentre il resto della loro linea viene prodotta in loco nei loro laboratori. Come di voi già sapranno la produzione del sapone di Aleppo risale addirittura a circa 5000 anni fa, e da allora il metodo artigianale con cui viene realizzato ha subito pochissime variazioni. L'azienda specifica giustamente che il loro modo di produrre è attento anche alla questione etica, preoccupandosi non solo della purezza del prodotto, ma anche della qualità di vita di chi li produce, oltre al rispetto delle diverse culture e dell'ambiente. La gamma dei prodotti è vasta, troviamo  fanghi, loofah, sali e trattamenti per il viso e per il corpo sempre ispirati dal rituale Hammam. L'Hammam per chi non lo sapesse consiste in un bagno di vapore seguito da esfoliazione, detersione (con sapone di Aleppo) e massaggio, che consente al corpo di purificarsi e rigenerarsi.

Questo balsamo rientra nella linea hair care di Nour chiamata i BIOLIQUEFATTI, Sono tutti prodotti ecobio certificati, quindi privi di siliconi, solventi, oli minerali ed ingredienti inquinanti e potenzialmente pericolosi, sono cruelty free, Nickel tested e sono certificati AIAB. PAO 12 M. 

COSA SONO I BIOLIQUEFATTI NOUR (RIPORTO CIO' CHE SCRIVE NEL SITO UFFICIALE L'AZIENDA):

È nella buccia del frutto che si concentra la maggior parte delle sostanze antiossidanti           (polifenoli) prodotte dalla pianta per difendersi dalle aggressioni dell'ambiente: raggi ultravioletti, radicali liberi, funghi e batteri. E, com'è noto, gli antiossidanti sono utilizzati come principi attivi nei prodotti cosmetici e negli alimenti funzionali.
Lo sfruttamento dei polifenoli contenuti negli scarti vegetali è oggi più semplice grazie a una biotecnologia sviluppata di recente . Una soluzione che permette di trasformare gli scarti in sottoprodotti (o "co-prodotti") della filiera agroalimentare, riducendo quindi i costi di smaltimento e creando nuove opportunità scientifiche commerciali.


LA "BIOLIQUEFAZIONE CONTROLLATA"

La tecnologia di "bioliquefazione controllata",è un processo di destrutturazione molecolare degli scarti vegetali che non richiede l'uso di solventi.Il processo offre due principali vantaggi: consente di recuperare tutti i principi attivi presenti nella matrice vegetale, compresi quelli non ottenibili tramite le tecniche tradizionali di estrazione con solvente; inoltre evita i problemi legati all'uso dei solventi chimici, che lasciano tracce negli estratti e nei residui vegetali da smaltire. Il risultato finale è un "bioli quefatto molecolare", cioè una soluzione acquosa contenente il mix molecolare naturale del vegetale reso totalmente biodisponibile.

I bioliquefatti, per la loro alta concentrazione ed efficacia, possono essere utilizzati direttamente come ingredienti nei cosmetici e negli alimenti funzionali COME ATTIVI DI ECCELLENZA .

Certificato ecobiocosmesi AIAB.

REPERIBILITA': Si acquista nell'e-commerce del brand (clicca QUI) ed ha un costo di circa 11€ per 200 ml di prodotto.

E ora veniamo a noi, il balsamo è contenuto in un flacone di plastica rigida dotata di un dosatore comodissimo che riesce a prelevare il prodotto fino alla sua fine (si l'ho terminato da poco). Tuttavia c'è anche la possibilità di svitare la confezione, nel caso vi venisse il dubbio che qualche goccia foose rimasta nel fondo, cosa che ovviamente ho testato e sorpresa delle sorprese non c'era rimasto nulla.


La TEXTURE per essere un balsamo è davvero particolare, sembra una spuma bianca soffice mediamente liquida, si riesce a distribuire sul capello con facilità.
Il PROFUMO è ciò che mi ha colpita di più, non saprei descriverlo, ma è avvolgente, buonissimo, talmente tanto che avevo un po' storto il naso , perché ricorda decisamente i profumi sintetici, ma nel sito ufficiale scrivono "Qualora vi siano delle fragranze, si tratta di purissimi olii essenziali naturali ed estratti puri compatibili con le certificazioni ed i protocolli ambientali"
 accontentando quindi sia chi presta particolare attenzione alla formulazione, ma anche chi è passato da poco all'utilizzo di cosmetici ecobio e che sente un po' la mancanza delle fragranze invitanti dei prodotti tradizionali. Il profumo persiste anche dopo il risciacquo per qualche ora.

INCI: aqua, cetyl alcohol, stearyl alcohol, sodium myristol glutamate, glycine soja oil, simmondsia chinensis oil, glycerin, hydrolized chestnut extract, hydrolized walnut extract, laurus nobilis extract, hydrolyzed wheat protein, tocopheryl acetate, parfum, pca, lactic acid, potassium sorbate, dehydroacetic acid, benzyl alcohol.


Il composto è principalmente a base di estratti di castagna, noce , ad azione antiossidante e protettiva, e di alloro che è dermocondizionante, antietà e antibatterico. Si tratta di una crema con bioliquido ottenuto da questi estratti che ha la funzione di proteggere il capello dalle aggressioni esterne e perché no anche dagli accessori che utilizziamo per lo styling. Questo balsamo è infatti consigliato per chi ha i capelli colorati, come linea anti-ossidante e protettiva da agenti chimici esterni ed atmosferici.


Per quanto riguarda l'alloro si trovano nel web, e in sedi decisamente più competenti di questa, numerose discussioni, visto che il biodizionario alla voce Laurus Nobilis mette un doppio pallino rosso (clicca QUI per leggere ulteriori informazioni), è pur vero che la tossicità è confermata soltanto per l'olio ricavato dai semi di alloro, mentre l'olio di alloro utilizzato per la produzione del sapone di Aleppo (in questo balsamo tra l'altro è un estratto) è l'olio estratto dai frutti dell'alloro che non viene contaminato dalle sostanze velenose presenti nei semi (fonte Il Giardino di Arianna Clicca QUI).


CONSIDERAZIONI:

Non è facile recensire per me i balsami senza averli usati in combo con uno shampoo della stessa linea, questo perché ritengo che il risultato finale sia sempre dovuto dall'interazione dei due prodotti. Specifico quindi che lo shampoo con cui l'ho accompagnato è stato quello volumizzante di Rahua (che presto sarà l'oggetto di una mia review estesa) che già da solo nutre molto bene il capello, ma essendo un prodotto che conosco posso sicuramente fare delle considerazioni osservando le differenze di quando invece lo usavo con altri prodotti.
 Quello che mi ha principalmente colpita è che, nonostante abbia una consistenza abbastanza liquida e presenta alcol in alto nell'INCI, nutre a fondo il capello e anche io, che li ho secchi e fini, ho preferito utilizzarlo solo sulle punte e non ho mai superato i 5 minuti di posa. Il risultato mi ha soddisfatta, districa molto bene, i capelli sono ben disciplinati e non sporca il capello come succede con balsami molto corposi che mi costringevano a rilavare i capelli il giorno dopo. Rispetto al balsamo sempre  di Rahua della linea volumizzante, che ho usato in precedenza, non ho visto grosse differenze sul nutrimento, ma sicuramente rispetto all'altro conferisce meno volume, ma d'altronde non è questa la sua funzione primaria. Il packaging lo adoro perché è davvero pratico, la confezione da 200 ml dura molto, per avere morbidezza ne basta davvero poco. Altra cosa che mi piace è che il profumo persiste a lungo, ed è un profumo delicato ma decisamente femminile.
Unico difetto riscontrato è che giunti quasi alla fine il composto ha perso un po' di compattezza, ovvero è diventato eccessivamente liquido, problema che risolvevo in parte andandolo ad agitare bene, ma ho  avuto l'impressione che diventasse anche meno efficace, costringendomi ad aumentare la quantità utilizzata. 
Nonostante ciò per me è un prodotto promosso, particolarmente indicato per chi ha i capelli secchi, mentre per chi li ha particolarmente grassi forse mi orienterei su altro, è pur vero che chi usa degli shampoo specifici per forfora potrebbe trovare giovamento nel bilanciare l'effetto del primo con qualcosa di più nutriente dopo.

Nessun commento