Translate

GRESSA: CORRECTIVE SERUM FOUNDATION




Si, anche questo  siero-fondotinta è nelle mie mani da un mese abbondante, potevo resistere dopo aver letto la bellissima recensione di Alessandra (QUESTO il suo blog)? No! Sono attratta  dalle aziende che propongono formulazioni innovative, perché, non so se ci avete fatto caso, molti fondotinta che sono usciti di recente ricordano un po' quelli già presenti nel mercato, nulla di tutto ciò con IL MINIMALIST CORRECTIVE SERUM FOUNDATION DI GRESSA SKIN.
L'ho acquistato nel sito Amazingy (clicca QUI) al costo di €58,00 per 15 ml di prodotto. Lo so vi siete spaventate, ma in verità, come vi specificherò poi, ne basta una goccia piccolissima per l'intero viso e collo.

GRESSA Skin è un brand americano fondato da Svetlana che dopo aver a lungo operato nel branco della Fitoterapia, ha unito le sue conoscenze scientifiche alla voglia di creare prodotti naturali che fossero il più delicati possibili sulla pelle. Tutti i prodotti Gressa nascono quindi dalla fusione della passione per la medicina antica con la voglia di creare prodotti performanti. 
Sono tutti cruelty free, handmade e 100% biologici. 

Veniamo a noi che lo so che siete curiose di sapere cosa ne penso, visto che trovare un fondotinta performante che non abbia ingredienti poco affini per la pelle non è assolutamente facile.

Il Packaging è bello ed elegante, oltre ovviamente ad essere molto pratico, si tratta di un piccolo flacone di vetro viola, che consente al prodotto di preservarsi con più facilità dato che impedisce ai raggi solari di penetrare al suo interno, dotato di un pratico contagocce. Il tutto è racchiuso in una piccola scatola di cartone nero dove sono indicate tutte le caratteristiche e l'INCI del prodotto.



La TEXTURE è completamente liquida, quando lo si applica si ha la percezione di spalmarsi un olio colorato, ma bastano davvero pochi secondi che si amalgama alla pelle senza avere la sensazione di un qualcosa di grasso e appiccicoso.
In penombra
Il COLORE che ho scelto io è il n.2,5, ovvero un beige neutro con una punta di giallo non troppo incisiva. Uno dei punti forza di questo siero è la vasta gamma dei colori che tiene in considerazione anche i sottotoni freddi, nelle foto (compresa la mia) sembra decisamente più scuro di quello che è una volta che lo si applica sul viso.
Sotto la luce del sole
Vi lascio una foto presa dal profilo Instagram di Gressa che potrebbe esservi di aiuto, se non riuscite a visualizzarla bene CLICCA QUI

Il 2,5 è il quarto colore partendo da sinistra
Il FINISH è luminoso, per questa ragione la mia tipologia di pelle mista, preferisce opacizzarlo con un po' di cipria.


Sotto la luce del sole

In penombra
DURATA: Ottima, su di me arriva tranquillamente fino a sera.
COPRENZA: Media, per le mie esigenze direi anche Medio-Alta (ho solo piccole macchie da coprire ma non presento acne).

INCI:*Brassica oleracea (Broccoli) Seed Oil, Caprylic/Capric Triglyceride, Silica, GRESSA Healing ComplexTM *Silymarin, *Neem (Azadirachta indica) Extract,*Horsetail (Equisetum arvense) Extract, *Lemon Balm (Melissa officianalis) Extract, *Barberry (Berberis vulgaris) Extract, *Sea Buckthorn (Hippophae rhamnoides) Seed Extract, *Elder Flower (Sambucus nigra) Extract, *Bitter Melon (Momordica charantia) Extract, Licorice Root (Glycyrrhiza glabra) Extract, Tocopheryl Acetate Non-GMO, Coenzyme Q10, Ascorbyl tetraisopalmitate, (Vitamin C), *lecithin, *glycerin, mica, iron oxides, titanium oxide.
*CERTIFIED ORGANIC INGREDIENT
Come si denota dall'INCI oltre ad un fondotinta è un vero trattamento di bellezza, composto da una miscela di estratti pregiati brevettata da Gressa ( Gressa Healing ComplexTM) , oli vegetali e pigmenti minerali che danno colore al composto.

CONSIDERAZIONI: 
Ho aspettato a lungo prima di recensirlo perché questo fondotinta purtroppo non mi ha convinta. Per cercare di farmi un'idea precisa ho cercato di applicarlo con costanza per un mese di fila usando vari metodi di applicazione e in varie circostanze climatiche, ma su di me ha un difetto, dopo qualche ora, a prescindere da tutto, mi evidenzia le pellicine e tende a depositarsi in modo irregolare nelle zone meno omogenee del mio viso. Eppure è una cosa davvero insolita, perché appena applicato sembra fin troppo untuoso, e invece, una volta assorbito, è leggero e non idrata a sufficienza, per questa ragione ho abbandonato subito l'idea di usarlo come prodotto 2in1 al posto della mia crema messa come base. 
I punti a favore sono sicuramente il colore che azzecca il mio, la facilità di stesura, basta una goccia, e non lo dico in senso metaforico, ne basta davvero una che dal centro fino ai contorni si ha la coprenza desiderata, il fatto che doni una bella luminosità (attenzione a non abbondare perché viene fuori un finish per niente naturale) e che appena steso uniforma l'incarnato in modo eccellente, ma purtroppo su di me non perdura. Inoltre si stende benissimo con qualunque tipo di pennello, la bottiglia con contagocce in questo senso è perfetta, ma si possono usare anche le semplici dita, ma lo trovo più laborioso come metodo. 

Ho letto che anche altre hanno avuto questo problema, ma di solito se ne lamentano le persone che hanno una pelle secca, la mia invece è mista, ma sicuramente è sempre bisognosa di acqua e quindi anche io confermo quanto detto.
Sarei molto curiosa di riprovarlo in estate, perché ci sta che con il caldo riesca a beneficiare dei suoi lati positivi, ho infatti notato che nelle giornate con le temperature più alte funzionava decisamente meglio e rimaneva più a lungo in modo uniforme, ma per questa stagione non mi lascia tranquilla.

Per chi se lo sta chiedendo rispetto all'Eau De Teint della So'Bio questo è decisamente diverso, l'altro è oil free e ha un finish più opaco, questo è un siero a base di oli vegetali e ha un finish molto luminoso, e paradossalmente il primo non mi evidenziava le parti secche del viso, ma è pur vero che dovrei ritestarlo in inverno, perché l'altro l'ho usato solo in estate

Nessun commento