Powered by Blogger.

Translate

FONDOTINTA ECO- BIO e/o NATURALE: QUALE SCEGLIERE?






E' da tempo che medito di scrivere questa "guida", che ovviamente aggiornerò man mano che proverò nuovi prodotti,  perché credo che sia utile, soprattutto per chi è alle prime armi, per orientarsi meglio nella scelta dell'eco-bio fondotinta più adatto alle proprie esigenze.

Prima di procedere dettagliatamente si singoli prodotti, è necessario fare delle premesse.
Innanzitutto

- COME SI DISTINGUE UN FONDOTINTA TRADIZIONALE DA UNO ECO-BIO E/O NATURALE? E qui non vi dirò nulla di nuovo, perché non c'è altro modo che quello di controllare la lista degli ingredienti di cui è composto. Per chi non ha dimestichezza con la lettura degli INCI all'inizio un consiglio è quello di affidarsi ai prodotti CERTIFICATI, i più famosi enti accreditati sono COSMOS, ICEA, BDIH, SOIL ASSOCIATION, NATRUE, ECOCERT, CCPB, AIAB, nel tempo si comprenderà che sarà necessario anche avere una infarinatura su quali sono i vari libelli di certificazione, per fare un esempio Natrue ne prevede tre, per ottenere il primo basterà che il cosmetico contenga una certa percentuale di ingredienti di origine naturale e c'è un limite consentito per gli ingredienti natural-simili, per ottenere la seconda servirà che oltre ad avere alcuni ingredienti di origine naturale una percentuale di questi dovrà essere di derivazione biologica, e la terza, la più alta, prevede che almeno il 95% degli ingredienti sia di origine biologica. Un fondotinta ecobio sicuramente non conterrà mai sostanze come i SILICONI, molto presenti in quelli tradizionali, questo perché sono molecole di sintesi non biodegradabili, il cui unico scopo nella formulazione è quello di rendere la texture più piacevole e di aumentare la durata del prodotto sul viso, ma non apportano nessun vantaggio di altro tipo, poi non troveremo mai PETROLATI, come la paraffina liquida, che potrebbe alla lunga generare imperfezioni ed essere leggermente occlusiva, anche alcuni oli lo potrebbero essere, ma imparando a scegliere avremo meno controindicazioni. Al loro posto nel fondotinta naturale troveremo oli e cere vegetali, oli di derivazione vegetali e a volte come umettante troveremo la glicerina, capirete bene che sono sostanze decisamente più ecodermocompatibili e quindi meno stressanti per la pelle soprattutto se siamo solite truccarci quotidianamente.



- QUALI SONO LE DIFFICOLTÀ' RISCONTRATE QUANDO SI PASSA AD UTILIZZARE UN FONDOTINTA ECOBIO E/O NATURALE DA UNO TRADIZIONALE? 

  • TEXTURE: Beh qui parlerò soprattutto per esperienza personale, di sicuro all'inizio è necessario prendere confidenza con le diverse texture, se avessi recensito i prodotti subito dopo il passaggio all'ecobio cosmesi li avrei bocciati tutti,  anche se otto anni fa non c'era la scelta che oggi il mercato ci rende disponibile, ma sicuramente l'assenza dei siliconi regala al fondotinta ecobio una texture che ha bisogno di qualche accortezza in più per essere distribuito in modo omogeneo, in genere è sempre consigliabile scaldare un po' di prodotto con le mani, e se la consistenza è fluida il metodo da preferire per stenderlo sarà usare le semplici mani, se è compatto o più asciutto meglio sempre applicarne una piccola dose alla volta e aiutarsi con un pennello a setole sintetiche fitte, una volta che si è presa questa confidenza vedrete che il risultato sarà più che soddisfacente. 
  • COLORI: Altra difficoltà, purtroppo ancora diffusa, è la limitata scelta dei colori che privilegiano i sottotoni caldi, quindi quando si sceglie di usare un fondotinta naturale non dico che bisogna accontentarsi, ma spesso ci troveremo costretti a miscelare più colori dei fondotinta del solito brand, oppure sarà necessario aiutarsi con cipria, terre e blush per arrivare ad un colore che si intona bene con quello della nostra pelle, è pur vero che oggi molti marchi hanno lavorato molto bene anche su questo aspetto, e quindi anche i sottotoni rosati riescono a trovare qualcosa che faccia per loro (Penso a brands come la 100% pure, LiquidFlora, ma anche la recente arrivata in Italia Beauty Juice).
  • DURATA: Altra Difficoltà è la durata, molti si lamentano che non riescono ad avere un make-up impeccabile fino a sera, questo è dovuto al fatto che spesso i fondotinta ecobio sono ricchi di olietti e quindi una pelle grassa fa più difficoltà a farlo perdurare, ma si possono usare dei piccoli accorgimenti che ci aiuteranno, come per esempio usare come base un primer, oppure ancora meglio l'amido di riso (attenzione a metterne solo una piccola quantità altrimenti diventa difficile poi stenderlo in modo uniforme), una polvere di riso, io mi trovo benissimo, quando applico fondi troppo cremosi, con la POLVERE DI PERLA di MOROCCAN NATURAL, in questo modo rendo opachi anche i fondi più luminosi e resiste di più-

- CAMBIARE LA PRIORITÀ': questo è un punto a cui tengo molto, è ovvio che un fondotinta tradizionale avrà sempre più scelta dei colori, durerà di più, sarà più facile trovare fondotinta altamente coprenti, ma se ne fate un uso quotidiano, applicarsi quotidianamente uno strato di prodotto che spesso è difficile da rimuovere anche usando una base grassa come un olio, di sicuro per la pelle non è il massimo, specifico che non moriremo di questo e che odio gli allarmismi, ma per esperienza personale ho visto dei cambiamenti così sostanziosi sulla mia pelle da quando ho scelto di usare trucchi naturali, che non tornerò indietro. Inoltre c'è la questione "Impatto ambientale" e se questo non sarà mai a zero nemmeno usando prodotti naturali è pur vero che il loro impatto è decisamente inferiore rispetto ai fondotinta tradizionali., Nel mio caso l'uso costante di fondotinta siliconici mi aveva creato delle imperfezioni sul viso che non avevo mai avuto e il bellissimo effetto che chiamo "spellatura", il silicone in alcuni soggetti, come me, può interferire con il sebo cutaneo, creare problemi di disidratazione e alzare le pellicine superficiali, ero infatti convinta di avere una pelle secca, e quindi pur avendo punti neri e brufoli sulle guance, credevo che dovessi nutrire di più la base, nulla di più sbagliato, era proprio il silicone ed è bastato smettere di usare prodotti che lo contenessero per ritrovarmi una pelle completamente diversa. Ci tengo a precisare che la mia non era una pelle acneica, qui purtroppo non basterà la sostituzione di qualche prodotto cosmetico per risolvere, ma una pelle che appunto era soffocata ed eccessivamente nutrita per una mia mala interpretazione di quelle che erano le cause dei problemi e delle sue esigenze.



- I VANTAGGI USANDO UN FONDOTINTA NATURALE: Si aiuta l'ambiente, la pelle è meno soffocata e più sana, nel tempo si cambia proprio la percezione di cosa significhi truccarsi, mi spiego meglio, il trucco non è più visto come un qualcosa per nascondersi, ma un qualcosa che ci valorizza, è come se imparando ad applicare fondi meno coprenti e meno effetto bambola di porcellana, si imparasse a far maggiormente pace con la propria immagine, ma forse questo dipende anche dal fatto che crescendo si capisce che ciò che realmente conta è come "ci portiamo a spasso" e qui la personalità la fa da padrona. Sta di fatto che da quando ho detto no ai fondotinta tradizionali, piano piano non sono più riuscita a vedermi con i make-up troppo invasivi e l'ho vissuta come una liberazione.


E ora torniamo a noi, ho stilato una tabella con tutti i fondotinta che ho provato fino ad ora  e ho indicato quelli che secondo me sono più adatti ad una pelle secca, mista o grassa, ovviamente sono solo delle indicazioni che partono dalla mia diretta esperienza, vi ricordo che la mia è una pelle MISTA che se eccessivamente nutrita tende ad essere asfittica, quindi non prendetelo per oro colato, ma solo appunto come un suggerimento, anche perché la stessa distinzione di tipologie di pelle è una esemplificazione, quasi una forzatura, per cui l'unica cosa che con certezza si può dire è che se avete una pelle che ha bisogno di idratazione e nutrimento è meglio scegliere i fondotinta che hanno ai primi posti nell'INCI oli o cere vegetali, chi ha una pelle che invece tende a lucidarsi sceglierà quelli meno corposi e con oli di derivazione vegetale, come  octyldodecanol, oli vegetali idrogenati, tricaprylin, squalane, che hanno SILICA e Salvia sclarea, o addirittura oil free, un capitolo a parte andrebbe dedicato ai fondotinta minerali, i meno invasivi in assoluto per la pelle, in quanto la povere tende solo ad appoggiarsi sul viso, e questi sono particolarmente indicati per una pelle grassa, non sono fondotinta bio, ma la maggior parte di loro, non contengono sostanze poco piacevoli.

Altra precisazione il VOTO che ho dato è ovviamente in base alla mia esperienza, è ovvio che magari alcuni fondi (penso per esempio alla BB cream di Jonzac) su una pelle completamente diversa potrebbe dare risultati più soddisfacenti, per questo vi consiglio di leggere, se interessate, anche l'intera review dove specifico meglio.


NOME
SECCA 
NORMALE
MISTA
GRASSA
COPRENZA
VOTO DA 1 A 5
REVIEW

PITERAQ: FONDOTINTA PELLI GRASSE 


X
X
 BASSA
2
ALKEMILLA:
VELVET COMPACT FOUNDATION

X

MEDIA
3/4 cambia molto le prestanze a seconda del clima esterno
ALKEMILLA: NF CREAM

X
X
BASSISSIMA, PIU’ CHE UN FONDOTINTA UN OTTIMO PRIMER
3

FONDOTINTA NATURALE BACIAMI BIO



X

MEDIA
3

FONDOTINTA FLUIDO LIGHT BENECOS


X
X

MEDIA
4

W3LL PEOPLE: NARCISSIST FOUNDATION STICK



X

MEDIA
2

ZUII ORGANICS: FONDOTINTA FLUIDO


X
X

MEDIA
5

NAAREI FONDOTINTA FLUIDO IDATANTE



X

MEDIA-BASSA
3

GRESSA: SERUM CORRECTIVE  FOUNDATION


X
X

MEDIA
2
JONZAC: BB COMPACT

X
X
ALTA
3

COULEUR CARAMEL: FONDOTINTA COMPATTO IN STICK



X
X
MEDIA
3

SO’BIO:
ACQUA DI TINTA – EU DE TEINT


X
X
MEDIA
4

SO’BIO: FONDOTINTA LUNGA TENUTA



X

ALTA
3,5

ANNEMARIE BORLIND: FONDOTINTA FLUIDO IDRATANTE



X

MEDIA BASSA
3

ANNEMARIE BORLIND: FONDOTINTA COMPATTO



X

MEDIA
4

DR. HAUSCHKA FOUNDATION (NUOVO )


X
X
X
MEDIA
4
PRESTO VE NE PARLERO’

100% PURE: FONDOTINTA SALUTARE AI FRUTTI



X
X
MEDIA ALTA
5

LIQUIDFLORA:
FONDOTINTA COMPATTO


X
X
MEDIA
4

LIQUIDFLORA:
FONDOTINTA FLUIDO

X
X

MEDIA ALTA
3
LAVERA: 2IN1 FOUNDATION
X
X

MEDIA
3,5

UNE: FONDOTINTA SKIN IDEAL


X


BASSA
2

BO.HO: FONDOTINTA FLUIDO



X
X
MEDIO ALTA
2,5

BO.HO: FONDOTINTA COMPATTO


X
X

MEDIA
4
LIVING NATURE: ILLUMINATING FOUNDATION
X


BASSA
2
STUDIO 78 PARIS: FONDOTINTA CAMELEON

X
X
ALTA
3
STUDIO 78 PARIS: FONDOTINTA BI-FASICO ALL’ACQUA

X

MEDIA
3
LAKSHMI: FONDOTINTA FLUIDO

X
X
MEDIA
2
COULEUR CARAMEL:  NATUR FLUID FOUNDATION
X
X

BASSA
3
KJAER WEIS: FONDOTINTA COMPATTO

X

MDIA-ALTA
3
SANTE: FONDOTINTA FLUIDO
X


BASSA
2
ZAO MAKE-UP: FONDOTINTA COMPATTO
X
X

MEDIA
4
LAVERA:  NATURAL MOUSSE MAKEUP

X
X
BASSA- QUASI NULLA- BUONO COME PRIMER
3
LAVERA: NATURAL LIQUID FOUNDATION
X
X

BASSA
2
PUROBIO: FONDOTINTA SUBLIME

X
X
ALTA
4,5
Presto ve ne parlerò
PUROBIO: BB CREAM
X
X

MEDIA
in fase di valutazione
Presto ve ne parlerò
VEGALE:
FONDOTINTA FLUIDO
_____________

VEGALE: FONDOTINTA COMPATTO
X


____
X




X

MEDIA




MEDIA
3,5




3

Nessun commento