Powered by Blogger.

Translate

SPUGNE BLENDER PER IL TRUCCO: CONFRONTIAMOLE


Diciamolo, fino a non molti anni fa gli strumenti che conoscevamo per applicare i prodotti di make up erano pochi, spugnetta in lattice piatta per il fondotinta (io andavo direttamente con le mani), i terribili applicatori per ombretti, quelli con bastoncino in plastica e spugnetta, piegaciglia, piumino per cipria e poco altro, si viveva bene lo stesso eh, ma sicuramente il tutto era meno divertente e per chi ama fare look sofisticati e curati, incontrava qualche difficoltà in più, in sostanza se anche adesso serve una certa manualità, prima dovevi essere una vera e propria artista.

La mia più grande scoperta, e qui devo ringraziare la mitica Clio, è stata la famosa BEAUTY BLENDER, che tutt'ora uso con piacere e mi ha semplificato non di poco la vita, tuttavia, anche se dura molto, non è di certo economica, quindi in questo articolo parlerò di lei, ma anche delle sua "colleghe" più economiche.

COME SI USANO E A COSA SERVONO? Servono per stendere i fondotinta, i correttori, i blush, terra e illuminante, di qualunque genere, fluidi, compatti, cremosi e UDITE UDITE anche quelli in polvere. Possono essere usate sia da bagnate che da asciutte, anche se, come meglio specificherò dopo, alcune da asciutte sono inutilizzabili. L'importante, da bagnate, è strizzarle bene ed attendere qualche secondo prima di usarle. Il movimento che dobbiamo fare sul viso varia a seconda della tipologia di prodotto usato e anche dalle nostre esigenze, tendenzialmente va picchiettata sul viso attraverso movimenti roteatori, ma vedrete che viene spontaneo farlo.

  • DA ASCIUTTE si otterrà un risultato più strutturato
  • DA BAGNATE (la loro dimensione triplicherà, è molto divertente) si otterrà un risultato più naturale, in alcuni casi toglie però coprenza.


MANUTENZIONE: Come ogni accessorio trucco va lavata con sapone possibilmente neutro ogni volta che la si usa, questo per mantenerla in vita più a lungo e per evitare di spalmarci tanti bei microbi ^_^.

BEAUTY BLENDER


In principio fu lei, la prima e, secondo me, ancora la migliore in circolazione. Esisteva in un solo colore (fucsia) e in una sola grandezza , ha tutt'ora una forma a goccia ed è costituita da un materiale "segreto", sappiamo solo che assomiglia al lattice, ma il lattice non lo contiene, rendendo felici anche le persone che sono allergiche a questo materiale.

Lei è la più versatile tra quelle che ho provato fino ad ora per una serie di ragioni:
  • Riesce a stendere bene qualunque tipologia di prodotto per la base sia da asciutta che da bagnata, perché in entrambi i casi rimane ultra soffice
  • La classica (adesso esiste anche la versione piccola (click) ha la dimensione giusta per essere utilizzata con diverse tipologie di prodotto e per raggiungere anche i punti critici del viso (come attaccatura naso, attaccatura capelli e mento)
  • Dura a lungo, anche anni.
L'adoro, la uso principalmente per stendere i fondotinta e i correttori fluidi, ma la uso con piacere anche per applicare le terre in crema, non assorbe troppo prodotto, ma rilascia la giusta quantità per evitare di fare pastrocchi. Preferisco usarla da asciutta, perché non toglie coprenza al fondo e perché sono pigra, quindi non mi costringe ad andare in bagno per truccarmi ( io amo colorarmi nella mia postazione makeup). Da bagnata la uso principalmente per stendere i fondotinta minerali compatti (vedi ZUII ORGANICS o NEVE) perché mi sembra che doni maggiore coprenza al fondo e la polvere si fissa nel viso in modo agevole, inoltre mi risolve anche il problema "pesce impanato ^_^" che spesso ho con l'uso delle poveri. Bisogna in tal caso avere solo un'accortezza, la spugnetta va strizzata molto a lungo, prima di appoggiarla nella cialda del fondo minerale aspetto qualche secondo, in questo modo non la bagna eccessivamente e non rovina il prodotto. Da bagnata l'apprezzo anche per stendere i prodotti in crema per il contouring perché attutisce il colore e permette un'applicazione molto precisa.
Con i correttori fluidi  funziona egregiamente, permette infatti al prodotto di aderire meglio e quindi evita che vada sulle pieghe dell'occhio e ne aumenta la coprenza, la uso in questo modo: applico il correttore direttamente con i polpastrelli sull'occhiaia, attendo qualche secondo affinché si asciughi leggermente, e poi con la punta sottile della spugna lo picchietto senza mai strisciarlo, vedrete che anche i prodotti meno coprenti sembrano più pigmentati e il risultato migliora notevolmente anche in termini di durata.


Insomma, se non avete problemi a spendere  €16,90 ve la consiglio vivamente.


E ora vediamo le altre più economiche che ho:
BLENDING DROP NEVE COSMETICS

Una delle novità nate in casa di NEVE COSMETICS, ne esistono di due tipi, questa a forma di goccia che ho io e la BLENDING STAMP che invece ha la forma di un 8 stilizzato.

Sono anche loro fucisa, con una nota di viola più evidente, sono realizzate con PU (poliuretano) e sono prive di Lattice.

Le differenze principali con la Beauty Blender sono nella dimensione (queste sono più grandi) e che si attivano da BAGNATE, quindi da asciutte rimangono troppo compatte e dure per essere utilizzate.
Da bagnate infatti, oltre a lievitare ancora di più nella dimensione, i pori si allargano e accolgono meglio il prodotto, inoltre diventano decisamente più morbide.
Tuttavia al tatto è molto diversa dalla Beauty Blender, rimane comunque più compatta ed è meno maneggevole.

Nascono anche loro per essere utilizzate con qualunque tipologia di prodotto decorativo per la base, ma a mio avviso funziona bene solo con i fondi compatti cremosi (vedi vegale fondotinta compatto) e anche con i fondi minerali compatti (quelli in polvere libera non li uso quindi non so dirvi se funzionano bene anche con loro).

COSA MI PIACE?
  • Il fatto che anche da bagnate non tolgono coprenza al fondo applicato
  • Che con alcune tipologie di fondo cremoso la sua compattezza diventa congeniale per evitare di stendere il prodotto in modo disomogeneo
  • Che riduce i tempi di stesura
  • Il prezzo e la resistenza

COSA NON MI PIACE?
  • Che funziona bene solo da bagnata (da asciutta è troppo compatta)
  • Che la dimensione anche della punta è troppo grande e quindi non riesco in modo agevole ad usarla per raggiungere i punti crtici del viso e non riesco a stenderci bene il correttore
  • che non è adatta per tutte le tipologie di fondotinta.
Insomma non è male perché applicandoci i fondotinta il risultato finale mi piace, non toglie coprenza e stende il prodotto in modo omogeneo, ma avendo la beauty blender la differenza la sento.

Prezzo consigliato: €7,90



BLENDING SPONGE 100% PURE

Questa assomiglia alla BLENDING DROP di NEVE COSMETICS, dimensione simile e stessa sensazione quando la teniamo con la mano, credo che il materiale con cui sono state realizzate si somigli, anche qui niente lattice. Rispetto alla Beauty Blender rimane più compatta, e da asciutta è troppo dura per stendere il fondotinta in modo omogeneo, anche se rispetto a quella di Neve non posso dire che è inutilizzabile, ma la spugna sembra quasi non avere pori e risulta iper liscia, quindi l'unico modo per usarla non è quella di effettuare un movimento circolare sul viso dopo aver prelevato il prodotto, ma quella di picchiettarla, lei si sposa bene sia con i fondi compatti cremosi, sia con quelli liquidi a patto però che abbiano la texture abbastanza asciutta, perché il prodotto tende a scivolare via dalla spugna. Da Bagnata si ammorbidisce un bel po' e le dimensioni qui diventano ancora più grandi rispetto alle altre due, quindi non è facile usarla nei punti critici del viso, ma insomma con un po' di manualità e con alcune tipologie di fondo il risultato finale mi piace. Inoltre rispetto alla Beauty Blender trattiene decisamente molta più acqua, va strizzata molto bene.





AVRIL: SPUGNA BLENDER BEIGE

Lei è l'unica che possiedo che non ha una forma a goccia, ero curiosa di vedere se fosse preferibile rispetto alle altre, vi dico per l'uso che ne faccio io, ovvero stendere i fondotinta fluidi e compatti, no, perché la punta è più larga e quindi se anche con le dimensioni delle blender proposte da neve e dalla 100% pure ho incontrato qualche difficoltà, con questa forma risulta ancora più difficile raggiungere i punti critici.
Anche lei è senza lattice, cruelty free e di un color crema chiaro, è compatta sia da asciutta che da bagnata, ed è necessario procedere in modo diverso dalle altre: metto il fondo direttamente nella parte larga della spugna, lo scarico leggermente nel dorso delle mani, in questo modo scaldiamo anche il prodotto e lo picchietto su guance, mento e fronte e poi uniformo il tutto con le dita, anche qui il risultato finale mi piace, ma ha un meccanismo d'azione troppo complicato per me ^_^
Prelevando il prodotto direttamente dal dorso delle mani invece trattiene troppo prodotto e funziona peggio perché anche qui il fondotinta, soprattutto se fluido, si appoggia e basta alla spugna e non è facile poi stenderlo.
A lei ho trovato un uso "alternativo" ovvero la uso per stendere le maschere in polvere che mischio con qualche idrolato, la sua compattezza permette una stesura omogenea e non assorbe prodotto.

Prezzo consigliato € 4,00.


BLENDER PUROBIO
 Con LA SPUGNA BLENDER DI PUROBIOpurtroppo, non è stato amore fin da subito, la spugnetta, questa volta della giusta dimensione anche per raggiungere i punti critici del viso, rimane troppo compatta e densa, quindi se da una parte è quella che assorbe e spreca meno prodotto, dall'altra lascia il fondotinta troppo in superficie e quindi o si riduce la quantità applicata ai minimi termini, che significa metterci un'ora per truccarsi, oppure rilascia troppo prodotto e non riesce a stendere bene nessuna tipologia di fondo. E' preferibile sicuramente usarla da bagnata, ma toglie troppa coprenza al fondo.
L'unico uso che riesco a farne è quello di sfumare le terre in crema, ma anche qui non tutte, solo quelle fatte a matita tipo la CONTOURINGMANIA DI NEVE COSMETICS. Insomma senza dilungarmi non mi è piaciuta e non riesco ad utilizzarla con piacere.

Prezzo consigliato € 7,50- realizzata in poliuretano, ipoallergetico e 100% cruelty free


CONCLUDENDO ECCOVI LA CLASSIFICA

  1. BEAUTY BLENDER, secondo me, tra quelle che vi ho citato, rimane la migliore, per resa, versatilità e durata, aggiungo inoltre che è quella con i pori visibili anche da asciutta e quindi accoglie il prodotto in modo migliore ed è quella che si risciacqua con più facilità, con le altre è un bello sbattimento ;-)
  2. a pari merito quella della 100% PURE e quella proposta da NEVE COSMETICS, più dure, più grandi, più dense, ma il risultato finale non è male
  3. AVRIL, apprezzata soprattutto per stendere maschere " home made" realizzate con argilla e idrolati, ma non la ricomprerei
  4. PUROBIO no, non è adatta alle mie esigenze.
Ora sono curiosa di provare quella di REAL TECHNIQUES di cui ho sentito solo parlare bene




Nessun commento