Powered by Blogger.

Translate

NEVE COSMETICS: STAR SYSTEM VS CREAMY COMFORT


Non sarà la recensione più originale del mondo, ma ci tenevo anche io a raccontarvi la mia esperienza con i due NUOVI FONDOTINTA DI NEVE COSMETICS.  

Li ho acquistati insieme e li ho acquistati nella solita colorazione che si è rivelata, per fortuna, azzeccata per il mio incarnato, ovvero il LIGHT NEUTRAL, un beige neutro chiaro che credo possa adattarsi a diversi incarnati a meno che, ovviamente, la vostra pelle non sia baciata dal sole, perché sicuramente come colore è piuttosto pallidino. 


Il FONDOTINTA STAR SYSTEM viene presentato dall'azienda come un fondotinta in stick ad alta coprenza, resistente all'acqua, con SPF 15 e adatto a più tipologie di pelle comprese quelle grasse, il CREAMY COMFORT invece viene presentato come un fondotinta cremoso, confortevole e idratante, studiato per una pelle mista/secca.

La mia opinione su questi aspetti sarà presto nota, ma vi anticipo che non è affatto semplice per me consigliarli ad una determinata tipologia di pelle, perché entrambi hanno una formulazione e una resa che li rende discretamente idratanti, dall'altra però hanno una texture piuttosto asciutta che in caso di pelle molto arida e disidratata potrebbe evidenziare eventuali secchezze. 

Entrambi i prodotti, e qui devo complimentarmi con NEVE COSMETICS, hanno un packaging molto carino, il color cipria/lillà ricorda un po' le principesse di un tempo, quindi sicuramente verrà maggiormente apprezzato dalle sognatrici piuttosto che dalle amanti dello stile gotico, ma indiscutibilmente , rispetto al passato, vedo maggiore attenzione da parte dell'azienda anche su questo aspetto.


Il Fondotinta CREAMY COMFORT si trova all'interno di un pratico tubetto di plastica semi rigida, adatto alla TEXTURE del prodotto che è cremosa e piuttosto densa, la facilità dell'impugnatura e il piccolo foro posto alle estremità, consente di prelevare la giusta quantità senza sprechi.

Il Fondotinta STAR SYSTEM, invece, è un fondo in stick, quindi ha una texture compatta e asciutta, troviamo ad una estremità una piccola spugnetta rigida per l'eventuale applicazione, dall'altra il fondo che fuoriesce roteando il pack (attenzione va impugnato a metà altezza, lo dico perché pensavo di avere un prodotto difettato e rotto, invece ero io che lo impugnavo all'altezza di dove si trova la spugna, sbagliando).

Per entrambi basta una piccola quantità di prodotto per uniformare viso e collo, ma mentre lo STAR SYSTEM, su alcune tipologie di pelle, consente di essere stratificato, il CREAMY COMFORT no, se si esagera con la quantità non solo diventa molto visibile, ma si farà davvero fatica a stenderlo in modo uniforme e ad avere un effetto curato senza essere pesante.

Inoltre hanno una texture che io definisco piuttosto asciutta, certo sono differenti, uno è in crema e uno è un compatto, ma si asciugano entrambi molto velocemente, quindi è preferibile prelevarne una piccola quantità e lavorarli su una zona alla volta senza colorare immediatamente tutto il viso.


CONSIDERAZIONI


Tra i due preferisco sicuramente lo STAR SYSTEM, perché pratico, perché pur avendo una texture che crea un po' di attrito sulla mia pelle, riesco a lavorarlo con molta più facilità, inoltre non sento più di averlo applicato, non si sposta e non fa un effetto mascherone, tuttavia non è assolutamente adatto alla mia tipologia di pelle mista e disidratata durante la stagione fredda, perché mi alza le pellicine, tende a farmi l'effetto pelle "crepata" e mi costringe a nutrire troppo la base che non è consigliato per chi come me, tende ad avere una pelle asfittica.
In questa stagione primaverile riesco ad usarlo con più piacere, il FINISH è semi matt senza spegnere troppo l'incarnato, il problema pellicine è in parte risolto e il risultato è soddisfacente, ma la coprenza su di me non la definirei alta, ma piuttosto MEDIO BASSA, questo probabilmente è dovuto al fatto che non posso stratificarlo troppo perché diventa troppo visibile e il rischio pellicine è sempre in agguato. Inoltre devo tornare ad opacizzarlo con una cipria durante il giorno, nulla di invalidante, ma trovo che sia una cosa curiosa perché si comporta in modo opposto rispetto a quando le temperature erano basse, questo mi fa pensare che in estate sarà troppo pesante anche per me.

Per stenderlo preferisco usare un pennello a setole sintetiche corte e rigide, questo perché non scorre con facilità, e un pennello a setole morbide finirebbe per non riuscire a stenderlo in modo uniforme. La spugnetta è troppo piccola, anche se la sua rigidità è adatta alla compattezza del prodotto che è privo di acqua quindi molto concentrato, ma non è funzionale, ci si impiega una vita per truccare tutto il viso, meglio usarla per i piccoli ritocchi e per raggiungere le zone più insidiose.


INCI: CAPRYLIC / CAPRIC TRIGLYCERIDE, OCTYLDODECANOL, RICINUS COMMUNIS SEED OIL / RICINUS COMMUNIS (CASTOR) SEED OIL, CANDELILLA CERA / EUPHORBIA CERIFERA (CANDELILLA) WAX, KAOLIN, ORYZA SATIVA BRAN CERA (RICE BRAN WAX), COPERNICIA CERIFERA CERA / COPERNICIA CERIFERA (CARNAUBA) WAX, CETYL ALCOHOL, ADANSONIA DIGITATA (BAOBAB) OIL, OLEA EUROPAEA FRUIT OIL / OLEA EUROPAEA (OLIVE) FRUIT OIL, TOCOPHERYL ACETATE, TOCOPHEROL, BENZYL ALCOHOL, DEHYDROACETIC ACID, POLYHYDROXYSTEARIC ACID, STEARIC ACID, ALUMINA. MAY CONTAIN: C.I. 77891 (TITANIUM DIOXIDE), MICA, C.I. 77491 -77492 - 77499 (IRON OXIDES). 

PER QUALE TIPOLOGIA DI PELLE LO VEDO ADATTO? Qui dipende molto dalla stagione in cui lo si utilizza, in inverno lo sconsiglio in modo assoluto ad una pelle disidratata che ha molte pellicine superficiali, questo perché, anche andando ad idratare maggiormente la base, non risolverà completamente il problema, inoltre se la crema è troppo ricca di oli e burri, ho notato che ne inficia la sua durata, perché tende a spostarlo, mentre una pelle grassa potrebbe trovarsi bene. Con la stagione calda lo vedo adatto alle pelli miste, ma per chi ha problemi di lucidità dovrà lavorare bene con una cipria perché nella formula è si presente il caolino che è un assorbente, ma anche oli e cere che potrebbero enfatizzare l'inestetismo. Insomma se fossi costretta a semplificare direi che è un fondo adatto per la stagione mite e per una pelle mista, per tutte le altre condizioni, è necessario, ripeto, avere diverse accortezze.

PROMOSSO? Ni, non è il mio fondo preferito, forse perché ho quasi 40 anni e inizio a preferire texture fluide e più luminose, ma riesco comunque ad utilizzarlo con piacere, perché pratico e perché ha una durata molto buona, inoltre, dosandone la quantità, non si sente di averlo applicato e non mi evidenzia le rughe e nemmeno i pori dilatati, ma dire che li minimizzi è eccessivo. Assolutamente no per la stagione invernale.

Il CREAMY COMFORT è un fondotinta che non è facile da capire, questo perché la sua texture spessa si asciuga davvero in tempi molto rapidi e quindi servirà più tempo per capire come stenderlo in modo uniforme per dare all'incarnato un aspetto sano e curato.

Il metodo che preferisco è con un pennello sempre a setole sintetiche ma questa volta più lunghe e meno fitte rispetto a quello che uso per lo STAR SYSTEM, in questo modo riesco a moderare la quantità, a scaldarlo e quindi a renderlo meno evidente sul viso, si perché al contrario di molte altre impressioni che ho letto, a me non fa l'effetto seconda pelle, ma sento di averlo applicato, lo vedo un fondotinta abbastanza vistoso. qui "il trucco c'è e qui si vede ^_^".

La coprenza la definirei MEDIA MEDIA/ALTA, ma dipende anche con quale strumento lo stendiamo, ho provato anche ad usare le semplici mani come consigliato dall'azienda, e se la texture diventa più confortevole e liquida, e quindi più facile da applicare, io non amo sporcarmi mentre mi trucco e quindi, con tutta sincerità, non ho insistito, ma riconosco che in questo modo la coprenza diminuisce ma l'aspetto finale è più naturale e per me più bello.

Il finish è leggermente più luminoso dello star System, direi un satinato, lo apprezzerà maggiormente una pelle mista/secca rispetto ad una grassa, anche se, anche con questo fondotinta è necessario andare ad idratare bene la base, perché "non scorre".

Lo ammetto non mi ha convinta, perché a prescindere dal metodo utilizzato, se il problema pellicine non c'è ed è sicuramente più idratante dello STAR SYSTEM,  mi tende ad evidenziare i pori dilatati e a depositarsi sulle rughe più marcate, quindi mi sembra un fondo più adatto una pelle giovane che non ha problemi di mancanza di compattezza della pelle e irregolarità della trama. Mi ricorda un po' i primi fondotinta naturali usciti nel mercato, in cui davvero serviva armarsi di buona pazienza per ottenere un buon risultato, quindi se non avessi provato altro, non lo boccerei del tutto, ma io cerco anche praticità e questo richiede troppe accortezze per la mia pigrizia. Aggiungo quello che sicuramente avrete già letto, tende anche a sciogliersi con l'acqua, quindi attenzione alle giornate umide! Sconsigliato a chi ha una pelle grassa.

INCI: Aqua (Water), Glycerin, Octyldodecanol, Octyldodecyl Stearoyl Stearate, Sucrose Palmitate, Sucrose Tristearate, Silica, Simmondsia Chinensis Seed Oil [Simmondsia Chinensis (Jojoba) Seed Oil], Sodium Hyaluronate, Sodium Phytate, Xanthan Gum, Sodium Dehydroacetate, 1,2-Hexanediol, Caprylyl Glycol, Tropolone. May Contain +/-: CI 77891 (Titanium Dioxide), CI 77491 (Iron Oxides), CI 77492 (Iron Oxides), CI 77499 (Iron Oxides). 

CONCLUSIONI

Entrambi i prodotti li vedo più adatti ad una pelle giovane, questo perché penso che per chi inizia ad avere una pelle non troppo compatta e rughe vistose, sia preferibile orientarsi verso qualcosa di più morbido e confortevole, ma se il Creamy Comfort non lo riacquisterei, perché ripeto non è adatto alle esigenze della mia persona, lo STAR SYSTEM invece non è male,  lo uso con piacere, ma non lo acquisterei per l'inverno e lo sconsiglio a chi combatte con le pellicine tutto l'anno.







Nessun commento