Translate

MATITE NERE BIO: LIQUIDFLORA VS PUROBIO [ FLASH REVIEW]

MATITE NERE BIO RESISTENTI

MATITE NERE BIO A LUNGA DURATA?
Per la rubrica FLASH REVIEW (recensioni veloci) oggi vi confronto la MATITA NERA GREEN di LIQUIDFLORA con LA LONG LASTING DI PUROBIO.


Entrambe certificate CCPB, VEGAN OK e NICHEL TESTED, hanno INCI impeccabili per chi, come me, preferisce utilizzare anche per il make-up cosmetici con  ingredienti approvati dagli enti certificatori.

Ma vediamole nel dettaglio.

PIGMENTAZIONE: Nero carbone intenso già dalla prima passata per la LONG LASTING di PUROBIO, un nero meno deciso per LIQUIDFLORA che necessita di almeno due passate per avere l'intensità desiderata. Entrambe hanno il pregio che anche una volta sfumate non perdono di intensità, cosa che succede spesso con le matite occhi Biologiche.

MATITE NERE BIO RESISTENTI


TEXTURE: Mina più morbida quella della LONG LASTING di PUROBIO, più dura, ma comunque confortevole per la MATITA n. 01BLACK SHADOWS di LIQUIDFLORA. Si sfumano molto bene entrambe, ma la LONG LASTING scorre decisamente in modo più agevole.


VERSATILITA': Mentre la matita di LIQUIDFLORA mi piace sia usata per l'infracigliare che per la bordatura, la LONG LASTING di Purobio la trovo più adatta da usare come base per uno smokey eyes. Tuttavia adorando di gran lunga la sua texture, spesso la uso sia per colorare la rima interna dell'occhio che per sporcare le sopracciglia inferiori, questo perché mi regala un effetto "rock" interessante e anche se nel corso delle ore tende a sbavare, il risultato lo trovo comunque appagante. Mi piace discretamente anche usata come eyeliner, ma va ben settata e comunque nel corso delle ore se vi piace allungare la codina, beh quella sparirà. Non mi piace invece da usare per una bordatura completa dell'occhio perché quando l'andiamo a sfumare si spande con troppa facilità e la riga diventa troppo spessa, diciamo che con lei serve molta più manualità rispetto a quella che ho io.

FINISH: Entrambe nere opache.

MATITE NERE BIO RESISTENTI

DURATA: Ovviamente dobbiamo considerare sempre che si parla di matite green, quindi non potranno mai arrivare alla durata delle matite nere della cosmesi tradizionale, ancora meno delle matite cosiddette Waterproof, ma a me hanno soddisfatto entrambe.

La Matita di LIQUIDFLORA avendo una mina più dura, resiste più a lungo, soprattutto quando la applico per fare la bordatura, ma sento la necessità di fare sempre due passate prima di raggiungere il nero intenso desiderato. Su di me arriva tranquillamente anche  a cinque/sei ore, poi si attenua, senza sbavare eccessivamente. Insomma nessun effetto panda.

La LONG LASTING di PUROBIO è decisamente più morbida e scorrevole, ma resiste meno della matita nera di LIQUIDFLORA,  non più di quattro/cinque ore, ma non svanisce mai completamente. Tuttavia va settata con più attenzione perché tende a sbavare, la uso comunque con piacere perché anche se si muove leggermente, non arriva mai a farmi dei disastri da costringermi a correre in bagno a struccarmi. 

Entrambe, ma questo vale per tutte le matite, anche quelle della cosmesi tradizionale, vanno fissate con un ombretto in polvere, d'altronde sono composte di cere e burri, quindi è impossibile pensare che possano rimanere immobili se non settate.

MATITE NERE BIO RESISTENTI


QUINDI QUALE MI PIACE DI PIU'? Se dovessi scegliere forzatamente una delle due, direi LIQUIDFLORA, perché più versatile, ma promuovo entrambe perché riesco ad usarle bene, anche se per scopi diversi. Non adatte a chi ha alte esigenze con il make up ed è abituata a fare trucchi molto strutturati.

Voi le avete usate? Vi piacciono?

Nessun commento